Intel rilancia con la fotonica del silicio a 50 Gbps

ComponentiMarketingWorkspace

Il chip sperimentale di Intel, realizzato grazie alla fotonica del silicio, è in grado di trasferire i dati a una velocità di 50 miliardi di bit al secondo

Intel scommette sulla fotonica del silicio con il primo prototipo. Gli Intel Labs hanno realizzato il primo collegamento dati al mondo basato su cottica in silicio con laser integrati, impiegando tecnologia ibrida silicio – laser (Hybrid Sylicon Laser).
Il chip sperimentale è in grado di trasferire i dati a una velocità di 50 miliardi di bit al secondo (50 Gbps). I ricercatori ora stanno cercando di ottenere velocità ancora più elevate.

La disponibilità di fibre ottiche ad alta velocità e a basso costo, basate su questa tecnologia, permetterebbe ai produttori di computer di ripensare completamente il tradizionale design dei sistemi, dai netbook ai supercomputer.

Le aziende dotate di server farm o di data center potrebbero azzerare i colli di bottiglia delle prestazioni con notevoli risparmi in termini di costi operativi riguardanti lo spazio e l’energia, sostituendo molti cavi con una sola fibra ottica. “Questo risultato, ovvero il primo collegamento al mondo a 50 Gbps con laser ibridi al silicio integrati, segna un’importante svolta nella nostra visione a lungo termine che intende portare le comunicazioni ottiche –  a elevata larghezza di banda e a basso costo – all’interno dei PC, dei server e dispostivi elettronici del futuro”, ha dichiarato Justin Rattner, Chief Technology Officer di Intel e Director degli Intel Labs.

Paul Otellini, Ceo di Intel
Paul Otellini, Ceo di Intel
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore