Intel scende da Xscale

Mobility

I chip per la mobilità non sono più core business

Con la vendita al Marvell Technology Group della divisione Communication è arrivata anche nei fatti la conferma che la ristrutturazione di Intel iniziata lo scorso maggio comprende un ripensamento sulle attività legate ai chip della famiglia Xscale che sono il cuore di molti smartphone e Pda attuali.

Per la comunicazione wireless restano ancora all’interno di Intel le attività legate a Wi-Fi e Wimax. Si prevede una fase abbastanza lunga di passaggio delle consegne per garantire un atterraggio morbido delle forniture agli attuali produttori di smartphone fino a quando Marvel non trovi una altra fonderia di silicio alternativa.

Questo tipo di attività esce dunque dal core business di Intel insieme a 1400 dipendenti, ma frutta all’azienda 600 milioni di dollari, un prezzo che indica perdite di bilancio da ripianare. Alcuni analisti fanno osservare che senza una fonte interna di controllo sulla produzione di chip per la mobilità wireless di tipo cellulare Intel sembra non avere più una strategia sostenibile a lungo termine nel settore delle comunicazioni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore