Intel Security McAfee 2016, True Key e la sicurezza gestita da un’unica console

AziendeSicurezzaSoluzioni per la sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

SLIDESHOW – Intel Security propone la gestione della sicurezza di device e identità su tutti i dispositivi con nuovi strumenti per il controllo della vita digitale domestica. Al centro dell’attenzione True Key, il nuovo modo per gestire accessi online e password

Lo scenario della protezione antivirus sui dispositivi di computing domestici è cambiata radicalmente nel corso degli ultimi anni. Se negli anni ’90 l’obiettivo era proteggere il pc di casa, con i sistemi operativi Windows, prima dai file infetti scambiati con i floppy, poi con le chiavette Usb e su Internet, negli anni 2000 le minacce sono diventate sempre più sofisticate, è aumentato il numero di dispositivi utilizzati, a metà decennio è arrivata la proposta Android sugli smartphone e le sfide in futuro con Iot nei prossimi anni sono ancora più importanti.

I dati Emarketer illustrano che la penetrazione di smarpthone a livello mondiale era del 5 percento nel 2009 e nel 2018 sarà del 40 percento. Quella dei tablet ha raggiunto la prima percentuale in appena due anni (la metà del tempo impiegato dagli smartphone). E nel 2020 saranno 25miliardi i dispositivi interconnessi. Per gli utenti finali si tratta di dover gestire un numero sempre maggiore di dispositivi, sia personali, sia per la famiglia e di aver bisogno di strumenti semplici per farlo.

True Key
Intel Security True Key – la proposta per eliminare l’autenticazione tramite inserimento delle password ad ogni accesso

In questa direzione vanno i primi indirizzi di sviluppo dell’offerta Intel Security con la linea di prodotti McAfee 2016, in uno scenario che vede 362 nuove minacce arrivare su Internet ogni minuto che passa, 6 miliardi di messaggi spam individuati solo nel primo trimestre del 2015 e 400 milioni di esemplari di malware riconosciuti dai McAfee Labs. Un vero problema se si pensa che il consumatore pigro, ancora oggi sfrutta tra le password più comode (una su tre non è affatto sicura) sequenze come ‘123456’ e scarica da siti di dubbia reputation.

Intel Security e le novità della linea McAfee 2016

L’offerta McAfee 2016 propone una piattaforma comune di applicazioni per Windows, Os X, Android e iOs (pur con funzionalità diverse per i diversi Os a seconda dell’esposizione delle API) con Antivirus, Antivirus Plus, Internet Security, Total Protection e McAfee LiveSafe, quest’ultimo è certamente il prodotto più completo, lo stesso che si acquista quando si converte una licenza OEM dal Pc (vale circa l’80 percento il mercato OEM di licenze McAfee sul totale e quindi le confezioni in scatola da negozio, o l’acquisto spontaneo sul Web, oramai rappresenta solo il 20 percento).

McAfee_2009_MAT_MiniNF_EN-US_1user_917-1584-00_JB3
L’80 percento delle licenze McAfee arriva dagli accordi OEM, vantaggiosi sia per Intel Security sia per i vendor, eppure nei negozi la vendita delle licenze in box non trova alternative e la scatola resiste

A parte McAfee AntiVirus, una novità importante è che tutte le altre licenze sono illimitate, installabili quindi su un numero illimitato di dispositivi mobile e non. Intel Security spinge molto sulla proposta LiveSafe e Total Protection, le più complete. Solo Total Protection dispone di FileLock, ma solo LiveSafe dispone dell’archiviazione sicura in cloud.

Ed entrambe propongono cinque diverse licenze per True Key che gestisce la sicurezza di accesso ai dispositivi tramite rilevamenti biometrici (anche con Webcam e Intel RealSense o impronta digitale), o con autenticazione a fattori multipli. True Key è uno dei pilastri della nuova proposta. Si tratta dell’applicazione consumer per l’accesso sicuro ai device, e ai servizi utilizzati, come ai siti più visitati, disponibile per iOs, Android e Windows sia sui dispositivi mobile sia sui computer: l’autenticazione può avvenire con Impronta digitale, il viso, tramite un secondo dispositivo, con password principale, via email o confermando un dispositivo come affidabile, poi ci pensa il software a memorizzare le credenziali, per questo sarà più facile scegliere password complicate (vi aiuta True key che memorizza anche note e appunti, per tanti aspetti proprio come fa LastPass).

McAfee Deployment_1
McAfee 2016 – Ecco come

L’intento è quello di far dimenticare le password, dopo averne generate di forti, sicure, e soprattutto sempre diverse, per qualsiasi accesso.

Un altro pilastro innovativo della proposta è l’evoluzione dell’esperienza di protezione sia nella distribuzione delle licenze, anche solo generando un link dal computer che per primo la installa, da destinare agli altri utenti in famiglia cui basterà fare clic per avviare l’installazione, sia poi in fase di gestione dei dispositivi nella rete, con la scansione della Rete domestica, il rilievo di quali device non sono ancora protetti, una console multi-dispositivo per la gestione remota (blocco, cancellazione, individuazione), per individuare la posizione, l’eventuale rilevamento di quelli che si sono smarriti, ma anche con la possibilità di segnalare l’ultima posizione del proprio smartphone da smartwatch con Android Wear o viceversa, avendo perso lo smartwatch ritrovarsi la segnalazione sullo smartphone.

E’ stato rivoluzionato WebAdvisor (prima conosciuto come SiteAdvisor, di cui continua a sfruttare il motore), integrato non nella pagina Web ma come plugin con le segnalazioni extra-pagina, e per i dispositivi mobile è stato creato un Widget che compare su bordo schermata da cui si accede ai diversi strumenti. McAfee ha infine migliorato il proprio codice per quanto riguarda l’utilizzo della memoria.

Proponiamo nel nostro slideshow, tutte le informazioni relative ai singoli programmi con le loro caratteristiche e i prezzi e le differenze a seconda delle versioni scelte.

McAfee 2016

Image 1 of 12

McAfee LiveSafe

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore