Intel si prende anche il wireless di Infineon

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace

Il colosso americano dei chip rileva la divisione wireless della compagnia tedesca Infineon. Il valore della transazione è di circa 1,4 miliardi di dollari

Attesa da giorni è arrivata la conferma dell’acquisizione da parte di Intel della divisione wireless di Infineon. Il valore della transazione sarebbe di 1,4 miliardi di dollari e dovrebbe chiudersi entro il primo trimestre del 2011. La divisione wireless genera circa il 30% dei ricavi dell’azienda tedesca e andrà ora a inserirsi nel portafoglio Intel, che dopo la proposta di acquisizione di McAfee, nell’ambito della sicurezza, dispone di tutti gli elementi per proporre i chipset basati su Atom come soluzione per tutti i dispositivi mobile, e non solo per i netbook.

Intel, tra i leader nel mercato delle cpu per i desktop e i server, si prepara quindi al cambiamento degli scenari di mercato, in cui l’accesso alle reti avviene sempre di più in mobilità. In questo ambito i competitor di Infineon (già scelto dall’iPhone e dal Galaxy S di Samsung) sono Arm, Qualcomm, Texas Instruments, con le Cpu che equipaggiano device di diversi produttori (basti pensare a SnapDragon, il processore veloce di Qualcomm, montato su diversi smartphone Htc, ma non solo).

L’attenzione di Intel per Infineon potrebbe rimescolare le carte, le posizioni di mercato e anche le dinamiche nello sviluppo dei prodotti con i partner. Per esempio, solo a Giugno 2010, Torres, vicepresidente MeeGo e mobile solutions per Nokia, aveva annunciato che MeeGo, il sistema operativo in sviluppo non solo per i Nokia, avrebbe sposato Arm, e non Atom di Intel.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore