Intel studia il Gnutella sicuro

Network

Pubblicata una libreria di toolkit per la certificazione sicura sui network peer-to-peer

Intel ha pubblicato una libreria di tools in open source nel tentativo di migliorare la sicurezza nei servizi di file-sharing sul modello di Napster o Gnutella. La Peer-to-Peer Trusted Library aiuta gli sviluppatori ad aggiungere funzionalità avanzate sulla sicurezza come certificati digitali, memorizzazione sicura, crittazione con chiave pubblica e firma digitale al software che viene scambiato nei network. Bob Knighten, specialista del peer-to-peer per Intel, spiega la sicurezza è uno dei primi obiettivi ai quali devono puntare i sistemi di file-sharing. Un punto di partenza sicuro dal quale gli utenti possono partire per i loro scambi. Nei sistemi peer-to-peer i computer dialogano direttamente tra loro per scambiare i file senza fare riferimento a un server centrale. Con la nuova libreria open source, Intel spera di stimolare le innovazioni anche in questo settore. La libreria è stata costruita sul toolkit Open Secure Sockets Layer, tecnologia che secondo Intel dovrebbe semplificare di molto lo sviluppo di applicazioni per il networking. Intel è forse il gigante informatico più attento al sistema del file-sharing e già lo scorso anno aveva stretto unalleanza con Hewlett Packard e Ibm per studiare la tecnologia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore