Intel, un anno terribile

Aziende

Lo afferma lo stesso Craig Barrett, che mette però in evidenza anche il coraggio della società che ha comunque proposto prodotti e tecnologie di ottimo livello.

Il 2001 è stato un anno terribile per il nostro settore – ha affermato Craig R. Barrett, presidente e chief executive officer di Intel – Nonostante questo andamento negativo, Intel ha lanciato nuovi prodotti, tra cui il primo processore a 2 GHz, ha conquistato nuove quote di mercato e ha registrato utili superiori a un miliardo di dollari. Abbiamo inoltre implementato rapidamente la nostra tecnologia di processo a 0,13 micron, la tecnologia produttiva più avanzata nellindustria dei semiconduttori, e iniziato la produzione basata su wafer da 300 mm… Questi i risultati resi noti il fatturato del quarto trimestre è stato di 7 miliardi di dollari, inferiore di ben il 20% rispetto al medesimo periodo 2000, ma in leggera crescita, del 7%, rispetto al trimestre precedente. Il fatturato complessivo del 2001 è stato di 26,5 miliardi con una flessione del 21%. Nonostante il difficile momento, Barrett non è pessimista, anzi, è convinto che Intel crescerà nuovamente e molto rapidamente, appena il settore si riprenderà.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore