Intel verso un trimestre record

Aziende

Craig Barrett ritiene possibile raggiungere un fatturato record anche nel secondo trimestre. Dopo il lancio di Grantsdale, la società punta su
WiMax.

Intel protagonista in questi ultimi giorni. Dopo la presentazione dei nuovi chipset destinati non solo a Pci Express, ma anche alle future Cpu x86 con tecnologia a 64 bit e dual core di prossima uscita, ora è la volta dei nuovi chip basati su WiMax, il nuovo standard, chiamato anche 802.16, che dovrebbe sostituire le connessioni di tipo Dsl, garantendo velocità ancora maggiori, nell’ordine dei 74 Mbps, con una portata di 50 chilometri. Intel fa parte del forum che si sta occupando di questa nuova tecnologia, i cui primi prodotti potrebbero essere pronti entro i primi sei mesi del 2005. Dopo questi importanti annunci, Craig Barrett, amministratore delegato di Intel, ha rilasciato una intervista al quotidiano spagnolo El Pais, nel quale dichiara l’ottimo andamento della sua società e le positive previsioni per il futuro. Secondo Barrett, è possibile che anche nel secondo trimestre, Intel possa attestarsi su un fatturato record, equivalente al risultato raggiunto nel precedente quarter. Gli utili registrati nel primo trimestre hanno avuto una crescita dell’89%, con un fatturato superiore agli 8 miliardi di dollari. Una tendenza positiva che si era già vista nell’ultimo scorcio del 2003 e che oggi sembra ulteriormente affermarsi. Per Barrett, il periodo negativo per il settore dei semiconduttori è terminato e il rilancio sarà trainato in particolare dalla richiesta dei chip destinati ai telefoni cellulari. Per il secondo trimestre, le previsioni parlano di un fatturato compreso tra gli 8 e gli 8.2 miliardi di dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore