Intercettazioni su Skype: Maroni chiede intervento Ue

CyberwarSicurezza

Dal 2007 la polizia tedesca si dice spiazzata dal Voip di Skype. Il ministro dell’Interno italiano chiede aiuto all’Unione europea

Skype, di proprietà di eBay, ha sede in Lussemburgo. Per intercettare i mafiosi che usano il Voip di Skype, Roberto Maroni, il ministro dell’Interno italiano, chiederà l’intervento della Ue.

Skype è accusata di non voler o non poter “mettere a disposizione alcune informazioni che renderebbero possibile l’ascolto”.

Nel 2007 la polizia tedesca si definì spiazzata da Skype: le forze dell’ordine in Germania non erano in grado di controllare i criminali e i terroristi che fanno uso di Skype perché non sanno decifrare il protocollo criptato usato dal sistema gratuito di telecomunicazioni.

Il Il sistema di criptazione utilizzato dal software telefonico di Skype sta creando grossi problemi, in quanto Skype, al pari di altri software per la comunicazione VoIP, suddivide la voce in pacchetti che la distribuiscono verso migliaia di router, diversamente da come avviene con la telefonia tradizionale.

Il capo della polizia tedesca aveva pensato (ma suscitando grandi polemiche) di utilizzare degli spyware come i trojan horse per controllare alla fonte le comunicazioni dei criminali.

Non possiamo pensare che la sacrosanta tutela di un brevetto industriale o questioni di privacy forniscano alla criminalità organizzata il modo di eludere qualsiasi intercettazione che non sia quella ambientale“, ha concluso il ministro italiano.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore