Internet a rilento? Dubbi sulle "colpe" del Malware

Network

La banda larga funziona a singhiozzo e si cerca ancora la vera ragione.

Non tutti sono d’accordo con la tesi di Telecom, che attribuisce i sempre più marcati problemi di efficienza dell’Adsl italiana a una nuova ondata di spyware e adware. Secondo l’azienda questi software provocherebbero il saltuario intasamento dei DNS e sarebbero la causa dei problemi alla navigazione. In realtà le discussioni che animano la Rete sono di segno diverso e parlano espressamente di saturazione della infrastruttura di Telecom Italia e di continui disservizi mascherati. La ragione dello scetticismo è che un’ondata eccezionale di malware avrebbe dovuto colpire anche altri operatori e creare problemi perfino all’estero, mentre così non è stato.

La Federazione nazionale della stampa (FNSI) comunica che venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 dicembre i quotidiani, le agenzie di stampa, le televisioni e le radio nazionali, pubbliche e private, i siti e i portali web non pubblicheranno le firme e le sigle dei giornalisti per una iniziativa nazionale proclamata dalla FNSI per ottenere l’apertura delle trattative contrattuali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore