Internet avrà nuovi nomi di dominio

Marketing

I nuovi domini saranno verosimilmente limitati a campi specifici

Lente internazionale incaricato della supervisione sui sistemi dei domini ha approvato la creazione di nuovi nomi di dominio, rappresentati dai suffissi dopo il punto negli indirizzi web. Le organizzazioni si lamentano da tempo del fatto che gli esistenti domini top-level, come .com o .org sono sovraffollati. La Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN) decider le nuove estensioni ai nomi di dominio in un incontro programmato per linizio dellanno prossimo. Con ogni probabilit i nuovi nomi non saranno disponibili per qualunque utente, ma destinati solo a enti o organizzazioni il cui scopo o attivit sia legata a campi specifici. Si tratta dello stesso modello gi adottato per i nomi di dominio approvati nel 2000, come .museum per gli enti museali (altri domini approvati nel 2000 furono .biz, .info, .name, .pro, .coop, .aero). Tra i nuovi domini possibili sono stati suggeriti .travel, .health e .news. La maggior parte dei nuovi nomi di dominio saranno verosimilmente proposti e sponsorizzati dalle organizzazioni stesse. Secondo le nuove disposizioni, qualsiasi organizzazione potr proporre un nome di dominio, a condizione che il nuovo dominio rappresenti unentit ben definita e strettamente connessa con il nome attribuitole, il tutto al costo di una tassa di 50.000 dollari. Lapprovazione finale spetta allICAAN. Le compagnie hanno accolto con favore la prospettiva di una nuova serie di nomi di dominio, ma hanno criticato i lunghi tempi di attesa. Due anni di attesa sono molti ha dichiarato Lauri Hirvonen, della compagnia finlandese Nokia ad un giornalista di Associated Press. LICAAN si attirata le critiche sia delle autorit governative che dei gruppi operanti sul web, che mettono in dubbio la sua legittimit e le sue procedure. Ad Amsterdam, dove si tenuto il vertice annuale, lICANN ha cercato di esaminare alcune questioni riguardanti la legittimit delle proprie decisioni, quando ha annunciato prossimi cambiamenti per favorire la velocizzazione del processo decisionale. Il presidente di ICANN, Stuart Lynn, ha comunque riconosciuto che mettere a disposizione un numero limitato di domini difficilmente soddisfer tutti i critici. Ci saranno sempre controversie ha commentato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore