Internet chiama Italia 2010: Aiip lancia una tavola rotonda per la banda larga

MarketingNetworkProvider e servizi Internet
AgCom: cresce la banda larga, cala la rete fissa

Al primo Convegno Aiip saranno presenti gli AD di Telecom, Wind, Tiscali, Vodafone, AgCom, Antitrust, il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani. Si parlerà di fibra ottica, banda larga, digital divide e Net neutrality

Il prossimo 26 ottobre si terrà il primo convegno Aiip per offrire l’opportunità a tutti i player coinvolti di discutere di banda larga e lotta al Digital Divide. Il governo ha prima congelato e poi decimato i fondi per la banda larga: da 800 a 100 milioni. Intanto Vodafone ha lanciato l’iniziativa da un miliardo di euro per la banda larga via radio, Tiscali porterà la banda ultra-larga in Sardegna con la cinese Zte, e Telecom Italia si accontenta di quanto fa anche se l’Antitrust e l’AgCom dicono che non basta e si dovrebbe fare di più. In questo scenario di cronico Digital Divide in Italia, l’AIIP – Associazione Italiana Internet Provider – lancia il primo Convegno AIIP.

L’Associazione Italiana Internet Provider da oltre dieci anni è in prima fila nel sollecitare regole certe nell’ambito del broadband in Italia, attraverso un network di piccole e medie imprese sane, che rappresentano il vero tessuto socio economico del nostro Paese. “Riunire quindi tutti gli Internet Provider italiani, insieme ai principali operatori di telefonia mobile, le autorità garanti e le istituzioni, per una tavola rotonda su un argomento complesso,  è l’obiettivo del primo Convegno AIIP”.

Il Convegno Aiip offrirà la possibilità di discutere di ottimizzazione degli investimenti, senza trascurare l’apporto decisivo che in certi casi ha avuto il wireless non licenziato nel risolvere i problemi di connettività nelle aree ancora non coperte da Internet.Tra i relatori della giornata gli AD di Telecom, Wind, Tiscali, Vodafone, l’Autorità Garante per le Comunicazioni (AgCom), l’Autorità Garante per la Concorrenza del Mercato (Antitrust), il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani.

Il presidente Nuti di Aiip vuole vedere istituzioni e imprese a confronto. “Si tratta di dare risposte a problemi ancora sospesi, come ad esempio affrontare in maniera efficiente un investimento di oltre 10 miliardi di euro per infrastrutture in fibra ottica, risolvere definitivamente il divario digitale nelle aree depresse del nostro Paese e rimettere in agenda il dibattito sulla Neutralità della rete“. Per partecipare bisogna registrarsi sul sito.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore