Internet delle Cose, 25 miliardi di dispositivi connessi entro il 2018

AziendeInternet of EverythingMarketingMercati e FinanzaNetworkWorkspace
Internet delle Cose, 25 miliardi di dispositivi connessi entro il 2018
0 3 Non ci sono commenti

Avvenia, azienda specializzata in efficienza energetica, spera che Internet delle Cose sposi un approccio energetico. Il risparmio energetico vale circa 90 miliardi di euro l’anno

Internet delle Cose è in pieno boom: si attesteranno a 25 miliardi i dispositivi connessi entro il 2018. Lo riporta Avvenia, azienda specializzata in efficienza energetica. Nell’arco dei prossimi anni lo sviluppo di Internet of Things (IoT) comporterà dei progressi (dagli elettrodomestici che ottimizzano l’impegno di energia agli impianti di produzione che scambiano dati con i manufatti, fino ai semafori che si sincronizzano per far passare un mezzo di soccorso), ma anche un balzo degli sprechi energetici, perché gli oggetti di uso quotidiano dotati di connettività di rete saranno in grado di spedire e ricevere dati.

A livello globale, oltre 15 miliardi di dispositivi interconnessi consumano attualmente circa 700 terawattora l’anno; ma, secondo Avvenia, oltre 450 terawattora rappresentano uno spreco da evitare. Il risparmio ammonterebbe a circa 90 miliardi di euro l’anno.

I dispositivi IoT, diversamente da quelli tradizionali, spesso non implementano una modalità di risparmio energetico: “Eppure basterebbe predisporre i dispositivi con modalità di fabbisogno differenti a seconda della operatività e in questo modo risparmiare fino a un 70% dei consumi” spiega Avvenia.

Internet delle Cose, 25 miliardi di dispositivi connessi entro il 2018
Internet delle Cose, 25 miliardi di dispositivi connessi entro il 2018

La società d’analisi Gartner ritiene che a stimolare gli investimenti in tecnologia ed innovazione arriverà Internet delle Cose (Internet of things o IoT). Internet of Things (IoT), in italiano Internet delle Cose, porterà 26 miliardi di dispositivi online entro il 2020. Abbiamo stilato l’elenco di una lista di 10 aree dove Internet delle Cose avrà maggiore impatto nell’arco dei prossimi anni: si spazia dalle costruzioni (settore edile) all’industria manifatturiera, dall’ambiente alle utility, dalle Smart city all’advertising, dai trasporti alle smart home (le case iper-connesse), dai negozi alla sanità.

Conoscete Internet delle Cose? Misuratevi con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore