Internet Explorer 7 non viola la competitività

Autorità e normativeNormativa

Il Dipartimento di Giustizia respinge le recenti accuse di Google

Google tempo fa aveva sollevato dubbi antitrust su una funzionalità di ricerca del prossimo browser di Microsoft, Internet Explorer 7. Il search box presente su IE 7, che imita quello di Firefox, in questo caso ha di default l’opzione di ricercare con Msn, il motore di ricerca di Microsoft. Da qui è nata l’accusa di violazione della competitività mosse da Google. Ma Google non ha avuto ragione, e la sua richiesta è stata respinta dal Dipartimento di Giustizia americano. Il Dipartimento però ha allo stesso tempo allungato di due anni, fino al 2009, l’accordo con Microsoft per fornire dettagli tecnici alle aziende di software compatibili con Windows, in modo da promuovere l’interoperabilità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore