Internet fa gola alle imprese

Management

Secondo unindagine Netscalibur condotta con lIstituto di ricerca Ovum, nei prossimi cinque anni le aziende europee investiranno più di 6 miliardi di euro in servizi di posta elettronica, reti private virtuali e sicurezza.

Imprese sempre pi orientate ai servizi di posta elettronica, reti private virtuali (Vpn) e sicurezza. Nei prossimi cinque anni, le aziende investiranno pi di 6 miliardi di euro nella tecnologia Internet. E questo quanto emerge da una recente indagine sulle applicazioni e il mercato dei servizi Ip (Internet Protocol) in Italia e in Europa, condotta da Netscalibur ( www.netscalibur.it ), il gestore europeo di servizi Internet, in collaborazione con lIstituto di ricerca inglese Ovum. Il mercato dei servizi Ip in forte crescita in Europa con un +17%. LItalia – ha detto Francesco Caio, amministratore delegato di Netscalibur – nel 2002 segner il risultato pi alto pari a +20%. Internet crescer nelle aziende e far risparmiare. Infatti, secondo i risultati dellindagine, le imprese di medio-grandi dimensioni, quelle che hanno tra i 50 e i 100 dipendenti, grazie alla rete delle reti, risparmiano ogni anno oltre 170 mila euro, pari al 12% della spesa complessiva It. Nei prossimi cinque anni le aziende italiane investiranno nei servizi Ip 6 miliardi di euro, mentre in Europa, nello stesso periodo, usciranno dalle casse aziendali oltre 32 miliardi di euro. Abbiamo chiuso lanno scorso con un fatturato a livello europeo pari a 52 milioni di euro. Siamo una presenza forte in Italia e in Inghilterra e una presenza di nicchia – ha sottolineato Caio – in Germania dove prevale il servizio sicurezza. Secondo Netscalibur il successo della societ stato quello di aver mantenuto nel tempo il modello di business originario. La societ ha chiuso il 2001 con un Ebtda (utile al lordo di ammortamenti e imposte) positivo sia in Italia sia in Inghilterra. Quello che prevale nelle aziende ora la possibilit di avere accesso a reti private virtuali sicure attraverso le quali poter lavorare in tranquillit, riducendo i costi e facendo lievitare i profitti. Nel 2002 – ha continuato lamministratore delegato – continueremo a investire nei servizi Ip. Rispetto al fatturato del 2001, circa 40 milioni di euro sono arrivati da connettivit, Internet, web hosting e reti private virtuali. Secondo lindagine di Netscalibur, ogni giorno, in Italia circolano 150 milioni di e-mail; di queste, 120 milioni sono utenza business. Nel 2005 le e-mail spedite ogni giorno saranno oltre 500 milioni, di cui oltre 400 da utenza business. In Italia, il 90% delle persone che usa Internet lo fa per ricevere o spedire mail. Infine, i risultati della ricerca indicano che il 71% dei lavoratori nelle aziende italiane utilizza quotidianamente la posta elettronica, contro una media europea del 78%. Abbiamo chiuso il primo trimestre 2002 meglio delle previsioni di inizio anno – ha detto Alessandro Giaume, direttore generale di Netscalibur Italia – grazie anche allacquisizione di importanti clienti come Minardi F1, Cimbali e Volvo ai quali abbiamo venduto Vpn e servizi di business messaging. Nello stesso periodo abbiamo avuto una richiesta di connettivit superiore del 25%. Come si orienta Netscalibur con la scelta dei partner? Stiamo prendendo accordi con Omnitel Vodafone sul fronte del Vpn mobile. Stiamo lanciando – ha concluso il direttore generale della sede italiana – iniziative che partano dalla distribuzione delle mail fino ad arrivare a componenti di specializzazione. Oggi, la componente di sicurezza legata a Gprs ancora affidata ai sistemi applicativi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore