Internet Governance Forum apre in Egitto e mette al centro Ipv6

Management

A Igf si parla di cyber-sviluppo e cyber-repressione, proprio a poche ore dallo storico discorso del Presidente Obama in Cina. Ma il passaggio a Ipv6 è un altro nodo importante

Internet Governance Forum (Igf) apre i battenti in Egitto. Dopo l’appuntamento italiano a Pisa , Igf torna alla ribalta con i temi che stanno più a cuore: cyber-sviluppo, lotta alla cyber-repressione, Ipv6.

Proprio nel giorno in cui Obama ha strigliato la Cina sulla censura online , apre Igf. Ma il discorso di Obama avrebbe lasciato perplessi i ragazzi di Shangai: anche Obama in Cina si è scontrato con reazioni constrastanti, che oscillano tra la consapevolezza ed il cinismo di molti internauti cinesi. La Cina ha chiuso l’accesso a Facebook da marzo e quello a Twitter da luglio: per l’armonia sociale.

Ma a Igf oggi tiene banco Ipv6: la migrazione è urgente, perché attualmente sono pochi gli indirizzi IP disponibili, e, se non si porrà rimedio con la migrazione a Ipv6, gli indirizzi si esauriranno. Bruxelles suggerisce da tempo agli utenti e agli Internet provider di adottare il protocollo internet IPv6 per stare al passo con la c rescita della domanda di servizi Internet. Il passaggio a IP versione ) andrà fatto entro il 2010. Ipv6 moltiplicherà lo spazio virtuale rendendolo quasi illimitato. La Commissione europea ha deciso che, entro il 2010, il 25% delle imprese, delle amministrazioni pubbliche e delle famiglie dell’Unione europea utilizzino l’IPv6 “senza costi aggiuntivi“.

L’IPv4, impiegato dal 1984, fornisce 4,3 miliardi di indirizzi:solo 700 milioni di questi, vale a dire il 16%, sono ancora pronti per nuovi collegamenti.

Igf infine si focalizza da sempre su tematiche quali crescita economica, partecipazione sociale, diritti e dove ri degli utenti della rete: attraverso Internet passa lo sviluppo delle societa’ future.Igf mette insieme a mministrazioni pubbliche, universita’ e ricerca, comunita’ tecniche, industrie e organizzazioni non governativ e. I nodi di grande attualita’ sono: la liberta’ di espressione, la sicurezza, l’anonimato in Rete, il diritto d’autore, i diritti e doveri degli utenti e le reti sociali. L’evento e’ organizzato dall’Istituto di Informatica e Telematica (IIT) del CNR di Pisa in collaborazione con la sezione italiana della Internet SOCiety (ISOC Italia) e con l’Ufficio italiano del W3C (W3C Italy).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore