Internet: Longhorn perde il «My», ma non il vizio

Network

Piccola storica modifica nelle nuove strutturazioni del sistema operativo Longhorn: non vi saranno piu’ cartelle denominate con il prefisso «My»

REDMOND, WA (USA). Chi è un utente Microsoft lo sa. Alcune cartelle del sistema sono contraddistinte da un particolare prefisso, «My», che individua facilmente le proprie risorse su un computer. Dalla casa di Redmond si viene a sapere che questo prefisso non verra’ piu’ utilizzato nel prossimo nuovo sistema operativo, Longhorn. La motivazione semi-ufficiale e’ che con l’uso quotidiano e intensivo che si fa oggi del computer e con la dimestichezza che man mano tutti stanno acquisendo, non avrebbe senso una simile peculiarita’ che puo’ essere utile ancora solo per alcuni tipi di fruitori. Vengono cosi’ a scomparire cartelle quali «My Documents» oppure «My Music», ecc. che erano nate per poter instaurare un piu’ facile e immediato contatto con il personal computer da parte del suo fruitore, in un’ottica di incremento notevole del suo uso negli anni. StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore