Internet più sicuro? Il richiamo dell’Ue a favore dei bambini

Autorità e normativeNetworkReti e infrastruttureSorveglianza
Le PMI in Horizon 2020

La Commissaria per l’Economia e la società digitali Mariya Gabriel ha dato il via alle iniziative #SaferInternet4EU, che avranno luogo nel 2018 in tutta l’Ue

In occasione della quindicesima giornata per un “Internet più sicuro’, al Parlamento europeo a Strasburgo la Commissaria per l’Economia e la società digitali Mariya Gabriel ha dato il via alle iniziative #SaferInternet4EU, che avranno luogo nel 2018 in tutta l’Ue, e che intendono promuovere l’igiene cibernetica, l’alfabetizzazione mediatica, il pensiero critico e le competenze informatiche, e sensibilizzare il grande pubblico, in particolare i bambini, in merito alle insidie connesse a Internet.

 “La sensibilizzazione ai rischi che si corrono in rete è fondamentale sia per i genitori che per i minori. Tutti possiamo prestare maggiore attenzione al nostro comportamento online, pensandoci bene prima di condividere determinati contenuti o di aprire una mail sospetta e cambiando regolarmente le nostre password“, ha spiegato Andrus Ansip, Vicepresidente responsabile per il Mercato unico digitale.

L’accesso a Internet e le insidie

“Le iniziative avviate oggi sono aperte a chiunque voglia impegnarsi per un Internet più sicuro. Mi auguro di vedere nuove iniziative locali in tutta Europa e invito tutti a partecipare attivamente per migliorare le competenze informatiche, la consapevolezza cibernetica e l’alfabetizzazione mediatica nella nostra società”, ha sottolineato Gabriel.

#SaferInternet4EU prevede anche un concorso, che prenderà il via il primo di marzo e premierà progetti di varia natura per rendere Internet più sicuro per i bambini. Gli insegnanti europei dispongono inoltre di corsi online aperti a tutti (MOOC) con risorse e attività a supporto dell’insegnamento della sicurezza online e dell’igiene cibernetica.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore