Internet: più vigilanza sui minori

Sicurezza

I rischi sono sempre più insidiosi e l’unica contromisura valida resta una
vigilanza costante e poche ma semplici regole

Come la maggior parte dei genitori, anche voi avete probabilmente delle regole sul come i vostri figli dovrebbero comportarsi con gli estranei, quali spettacoli televisivi, film e video è loro permesso di guardare, in quali negozi possono entrare, dove e quanto lontano da casa possono andare. È importante stabilire regole simili per l’uso di Internet dei vostri figli ed essere consapevoli delle loro attività online. Vorrete anche assicurarvi che navigare nella Rete non prenda il posto dei compiti per casa, delle attività sociali o di altri importanti interessi. Potreste persino mettere una sveglia o un timer se voi o vostro figlio tendete a perdere la cognizione del tempo. Purtroppo i rischi ai quali vengono oggi esposti i minori che avigano sulla ‘Grande Rete’ non sono più così evidenti come una volta. E’ vero restano sempre i rischi di truffe commerciali o a sfondo sessuale, ma anche altri aspetti di Internet come per esempio i giochi di ruolo online possono nascondere gravi rischi per l’equilibrio psicologico del minore. In questi universi virtuali, la possibilità di conoscere, colloquiare e cooperare con centinaia di altri giocatori può allontanare il minore da quella che è la realtà. I giocatori di questi universi virtuali tengono spesso a distinguere i due stili di vita, indicando con il termine inglese ‘real life’ le attività svolte quotidianamente nella vita reale. E’ facile lasciarsi ‘prendere’ da queste attività ludiche online, arrivando a trascurare scuola, amicizie reali e interessi che potremmo sicuramente considerare più salutari. Per mettere in guardi i genitori e proteggere i minori dai rischi di Internet, il Dipartimento dell’Educazione degli Stati Uniti ha fornito una serie di semplici ma fondamentali indicazioni, che rivestono sicuramente validità anche per i giovani navigatori del nostro paese.

Niente caramelle dagli sconosciuti Proprio come normalmente si insegna ai propri figli a diffidare deg li estranei che incontrano, è necessario avvisarli di essere altrettanto prudenti con gli estranei in Internet. La maggior parte delle persone si comporta ragionevolmente e correttamente online, ma alcuni sono volgari, meschini o persino criminali. E’ quindi buona regola insegnate ai propri figli che non si dovrebbe: · Mai dare informazioni personali (inclusi il loro nome, indirizzo, numero di telefono, età, razza, entrate familiari, il nome e la località della scuola, o il nome degli amici) o usare una carta di credito online senza il vostro permesso. · Mai condividere la loro password, neanche con gli amici. · Mai combinare un incontro faccia-a-faccia con qualcuno che incontrano online, a meno che voi non siate d’accordo e andiate con loro in un luogo pubblico. · Mai rispondere ad un messaggio che li faccia sentire confusi o a disagio. Dovrebbero ignorare il mittente, finire la comunicazione e dirlo immediatamente a voi o a un altro adulto fidato. · Mai usare un linguaggio grossolano o mandare messaggi volgari online. Assicuratevi inoltre che i vostri figli sappiano che le persone che incontrano online non sono sempre quelle che dicono di essere e che le informazioni online non sono necessariamente private.

Controllare è meglio Anche senza cercare, in Internet i vostri figli possono imbattersi in materiali che sono osceni, pornografici, violenti, pieni di odio, razzisti, o in altro modo offensivi. Anche se altro materiale offensivo non è illegale, ci sono passi che potete fare per tenerlo lontano dai vostri figli o fuori di casa vostra. · Assicuratevi che i vostri figli capiscano ciò che voi considerate adatto per loro. Quali tipi di siti è siete contenti che visitino? Quali zone sono off limits, cioè proibite? Quanto tempo possono trascorrere, e quando? Quanto denaro, se è il caso, possono spendere? Stabilite regole chiare, ragionevoli, e le conseguenze per il mancato rispetto. · Fate dell’esplorazione online un’attività di famiglia. Mettete il computer in salotto o nel soggiorno. Questa sistemazione coinvolge tutti e vi aiuta a controllare quello che fanno i figli. · Fate attenzione ai giochi che i vostri figli maggiori scaricano o copiano. Alcuni sono violenti o hanno un contenuto sessuale. · Esaminate il software o i servizi online che filtrano i materiali o i siti offensivi. Le opzioni includono software stand alone che può essere installato nel vostro computer, e strumenti che etichettano e filtrano il contenuto direttamente sulla rete. Inoltre, molti Internet Provider e servizi commerciali online offrono bloccaggi dei siti, restrizioni alla posta elettronica in arrivo, ed aree per bambini che danno accesso a servizi specifici. Spesso questi controlli sono disponibili senza costi aggiuntivi. · State attenti, comunque, che i figli sono spesso abbastanza abili da raggirare queste restrizioni. Nulla può sostituire la vostra supervisione e il vostro coinvolgimento. · Cercate di capire qual è la politica di utilizzo di Internet della vostra biblioteca locale. · Chiedete della politica di uso di Internet nella scuola di vostro figlio.

Una corretta informazione Mostrate ai vostri figli come usare e valutare le informazioni che trovano su Internet. Non tutte le informazioni online sono affidabili. Alcune persone o organizzazioni sono molto attente circa l’accuratezza delle informazioni che spediscono, ma altre no. Alcune arrivano perfino ad alterarle di proposito. Ricordate ai vostri figli di non copiare informazioni online, sostenendole poi come proprie, e di non copiare software, a meno che non sia chiaramente indicato come gratuito. Aiutate i figli a capire la natura dell’informazione commerciale, pubblicitaria e di mercato, compreso chi l’ha creata e perché esiste. Incoraggiateli a pensare al perché si offre qualcosa e perché questo appaia in un certo modo. Guidate i vostri figli su siti non commerciali e su altri posti che non vendono prodotti specificatamente per bambini. È importante essere coscienti dei rischi potenziali che l’andare online comporta, ma è anche importante tenerli presente come prospettiva. Buon senso e chiare indicazioni sono il punto da cui partire.

Conclusioni Come tutte le cose anche Internet ha i suoi lati positivi e quelli negativi, dipende da come lo si usa. E’ un po’ come il discorso relativo alla televisione. Guardare documentari o trasmissioni in compagnia dei vostri figli pronti a dare le necessarie spiegazioni può rappresentare un momento di crescita e l’occasione per passare un po’ di tempo insieme. Abbandonarli davanti all’apparecchio televisivo in balia di qualsiasi programma, e utilizzare la tv come una babysitter potrebbe invece condurre a gravi conseguenze. Analogamente, lasciare liberi i propri figli di utilizzare lo strumento Internet senza limiti e a loro discrezione è da incoscenti. Controllarne l’uso che ne fanno, limitarlo e renderli consci dei pericoli che nasconde consentirà invece ai vostri figli di sfruttare al meglio i lati positivi offerti dalla Grande Rete. Per rinforzare la protezione della navigazione su Internet dei vostri figli, oltre a seguire le poche regole esaminate nel corso dell’articolo potreste ricorrere anche all’utilizzo di appositi software (parental control), in grado di filtrare i contenuti dei siti visitati, verificare i termini delle ricerche e bloccare contenuti potenzialmente dannosi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore