Internet senza fili in Sardegna

Network

Il comune di Serrenti come esempio concreto delle potenzialità delle
tecnologie wi-fi

Accessi Internet ad alta velocità in modalità wireless e a costi accessibili, non solo per gli uffici pubblici, ma anche per aziende e privati. E’ questo il risultato ottenuto dall’amministrazione di Serrenti, un comune situato a 30 Km a Nord di Cagliari, che si è rivolto a WiFi Company, società specializzata in soluzioni contro il digital divide, per sviluppare la propria rete territoriale con tecnologia wireless.

Tra i servizi che i cittadini di Serrenti e le oltre 300 aziende hanno ora a disposizione ci sono, Internet veloce, VOIP, videosorveglianza e teleassistenza. La rete WAN (Wireless Area Network) di Serrenti si basa su una serie di piccole antenne rice-trasmittenti (Access Point) alte meno di 30 cm che, posizionate nei punti strategici del paese, creano una copertura di circa 40km quadrati, in grado di ricevere e inviare dati alle antennine riceventi che ogni utente dovrà disporre sopra il tetto di casa, posizionate in modo da poter vedere l’antenna che trasmette il segnale. La connettività primaria viene poi ridistribuita via wireless, con una connessione hdsl da 8Mbps espandibile in futuro. La velocità di connettività prevista varia tra i 640 kbps e i 1280 kbps, tutti i tagli di banda prevedono un quantitativo definito di banda minima garantita. La rete attualmente collega gli uffici comunali, i principali servizi pubblici (scuole, banca, posta) e più di 300 privati che hanno già stipulato un accordo per usufruire del servizio. Le tariffe agevolate per il collegamento in banda larga sono due, una per l’utente domestico, con un canone mensile di circa 20 euro più 99 euro per l’attivazione, e una per l’utenza business con canone mensile di circa 34 euro e 199 euro d’attivazione.

?Da diversi anni i cittadini e aziende chiedevano un intervento dell’amministrazione pubblica per poter disporre della banda larga Internet – spiega il sindaco di Serrenti, Luca Becciu -. Abbiamo così pensato a una rete wireless e, dopo una prima fase di sperimentazione, ora tutto il territorio com unale dispone della copertura. I cittadini sono entusiasti e siamo certi che oltre a Internet verranno utilizzati numerosi altri servizi?.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore