Internet si attende una grande ripresa

NetworkProvider e servizi Internet

Tutto lascia pensare ad un autentico boom della Rete per il 2003, anche il commercio elettronico dovrebbe favorire questa ripresa

NAPOLI. Secondo una recente indagine statistica della societa di ricerche Nielsen/NetRatings, i navigatori italiani nel dicembre 2002 sono stati più numerosi rispetto al mese precedente (13,4 milioni) e soprattutto coloro che si connettono da casa (10,9 milioni). Questo dato per quanto sicuramente influenzato dalla corsa ai regali natalizi e dal maggior tempo a disposizione per i giorni di festa lascia comunque ben sperare per un totale risveglio della Rete nel 2003. Questo trend positivo, comunque, rispecchia quanto emerge dallOttavo rapporto sulle tecnologie dellinformazione e della comunicazione in Italia, elaborato dal Fti con il patrocinio e la collaborazione del Cnel. Nel rapporto, infatti, si evidenzia che tra il 1997 ed il 2001 si e verificato un vero e proprio boom degli accessi alla Rete. Se cinque anni fa gli utenti italiani della Rete erano 400mila, nel 2002 hanno raggiunto quota 19 milioni (praticamente un terzo della popolazione totale, con una quota di penetrazione leggermente inferiore alla Germania, 34,5%, ma superiore a quella di Francia e di gran parte dei paesi Ue). Non deve, quindi, sorprendere, la previsione di questa ripresa della Rete dopo un periodo di assestamento, tra laltro piuttosto logico. In effetti diversi sono i segnali che lasciano pensare ad un vero boom nel corso di questanno. Innanzitutto la proficua sinergia, divenuta evidente negli ultimi tempi, tra la telefonia mobile ed il web, molto efficace in unottica di marketing. Lavvento della tecnologia Umts e limponente campagna pubblicitaria di H3G (primo operatore italiano di telefonia mobile con tecnologia Umts) ha fatto registrare un sensibile aumento di traffico sul sito www.tre.it destinato ad aumentare ancora. Una simile situazione si era gia verificata a proposito dellOmnitel con il servizio 190.it ed ormai ha dato luogo inevitabilmente alla nascita di specifici canali nellambito di portali web dinteresse generale. Lesperienza, sicuramente positiva, della telefonia mobile ha incoraggiato molte aziende (operanti nei settori piu disparati, anche se quello delle nuove tecnologie prevale sempre) ad investire in pubblicita attraverso la Rete e Msn Italia ha addirittura destinato un milione di dollari all advertising su Internet con risultati lusinghieri (difatti e diventata la terza property italiana nella graduatoria di dicembre 2002 dietro a Seat e Wind con una crescita di utenti del 23%). [STUDIOCELENTANO.IT]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore