Internet verso il multilinguismo

NetworkReti e infrastrutture

Icann ha dato il via undici nuovi domini IP, dietro la spinta di tutta la
popolazione del mondo che non parla inglese

L’ENTE SUPREMO che regola il mondo della Rete, l’ICANN, ha messo a punto una serie di nuovi undici domini IP, probabilmente dietro la spinta delle lamentele di tutta quella vastissima popolazione del mondo che non parla inglese. Gli undici suffissi in fase di test sono arabo, persiano, cinese semplificato, cinese tradizionale, russo, hindi, greco, coreano, giapponese, tamil e persino yiddish (una lingua germanica nata tra gli ebrei dell’area mitteleuropea). Secondo Associated Press, se il test darà risultati favorevoli gli undici suffissi entreranno ?in servizio? entro la fine del 2008. Il problema è che per convertire i domini non inglesi, ICANN e la Internet Engineering Task Force hanno utilizzato il sistema Punycode, e il solo browser che lo supporta per ora è Opera.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore