Inventato in Inghilterra il cellulare dentale

MobilityNetworkWlan

Il dispositivo, che consente di non fare sentire ad altri quanto si ascolta, funziona per il momento solamente in input e non in output.

Uno dei principali problemi tecnici della telefonia cellulare e anche di Internet dato dal fatto che gli attuali mobile phone e le web connection non garantiscono ai frequent caller e seafarer quella privacy che magari vorrebbero facendo/ricevendo una telefonata e collegandosi alla Rete. Il controllo delle fonti del suono non sembra infatti avere interessato pi di tanto – perlomeno fino a questo momento – sia i produttori di apparecchi telefonici cellulari sia le Internet company. Ma le cose potrebbero cambiare presto grazie al cellulare dentale, un rivoluzionario portatile inventato in Inghilterra da due ricercatori del Royal College of Art di Londra, James Auger e Jimmy Loizeau. Presentato e testato venerd scorso allo Science Museum della capitale britannica, il dispositivo consiste in un miniapparecchio che si installa allinterno di un molare, con un collegamento interno allorecchio. Rispetto ai cellulari tradizionali, quello dentale si differenzia quindi per consentire allutente di ascoltare musica, connettersi a Internet e di ricevere telefonate senza che altri possano minimamente sentire quanto si sta ascoltando. Unaltra sostanziale differenza rappresentata dal fatto che – almeno per il momento – lapparecchio consente solamente di ricevere telefonate e non di farne. Lasciando perdere le facili battute che si potrebbero fare sulle eventuali e possibili interazioni tra il cellulare dentale e un mal di denti/dorecchio, c da prendere atto dellapertura di una nuova via tecnologica, ancora tutta da esplorare ma che potrebbe rappresentare una seria svolta per il futuro del comparto e non solamente per utenti impegnati in missioni segrete da 007. Come la mettiamo per con la pericolosit delle radiazioni di cui tanto si detto e scritto negli ultimi tempi, soprattutto per quanto riguarda il rischio di surriscaldamento a cui verrebbero sottoposte le cellule del cervello? Se pericoloso tenere a lungo il cellulare vicino allorecchio, non lo molto di pi inserire direttamente allinterno della scatola cranica uno o pi elementi di un mobile phone? Anche se i produttori di mobile phone e le Internet company non hanno per il momento manifestato troppo interesse per il dispositivo inventato da Auger e da Loizeau (ma potrebbe trattarsi di una tattica attendista per non essere costretti a pagare chiss quanto agli autori del brevetto), non sarebbe il caso di valutare un attimo la riflessione che ci venuto spontaneo fare?

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore