Iolo System Mechanic 7 Professional

Management

Difesa a oltranza del nostro ambiente di lavoro

System Mechanic è da tempo uno dei prodotti principe nella manutenzione e nella difesa avanzata di un sistema. Nato inizialmente come tweaker, System Mechanic mantiene ancora un occhio privilegiato verso questo ambiente, offrendo un blocco di routine di base, cui si sono affiancati, nel tempo, una serie di utility parallele che rendono questo pacchetto un vero e proprio coltello svizzero multiuso. Il prodotto di base conserva la funzione principale di ottimizzare e gestire al meglio le prestazioni del Pc, riparando problemi ed errori attraverso interventi mirati su diverse aree. Alla sua funzione principale primitiva, vale a dire la manutenzione e pulizia del registro, si sono affiancate altre forme di difesa, come l’individuazione e l’eliminazione di file inutili e ridondanti, la cancellazione di materiale temporaneo, l’attuazione di un sistema complesso di prevenzione degli errori, il riordino delle informazioni di sistema. System Mechanic incorpora un wizard automatico che al lancio del programma verifica le condizioni di salute generale dell’ambiente e suggerisce gli interventi adeguati per ripristinare e rimettere in buono stato il sistema. Questo programma di manutenzione, già presente nella versione 6, aveva deluso un po’ l’utenza, in quanto risultava piuttosto fastidioso negli interventi e ingombrante durante l’azione. Molto spesso capitava che, durante le operazioni di manutenzione, il programma assorbisse un gran quantitativo di risorse, in termini di processore e di memoria Ram, rallentando in maniera irritante il lavoro corrente. Questa nuova versione ha semplificato molto e ridotto all’essenziale l’azione del programma; l’interfaccia si è molto semplificata e gli interventi avvengono separatamente e solo su richiesta dell’utente. Inoltre le operazioni di manutenzione programmata, che sono predisposte anch’esse attraverso un wizard, possono essere organizzate per i tempi morti di utilizzo della macchina. È stato ancora migliorato tutto l’ambiente di deframmentazione, particolarmente interessante per il fatto che l’operazione può essere localizzata, a scelta dell’utente, solo su determinati file o cartelle. Questo permette di gestire al meglio, per esempio, tutta la cartella di sistema, riducendo drasticamente i tempi dedicati alla deframmentazione. Circa l’ambiente Pro, esso incorpora un antivirus e un firewall, forniti da terze parti. Inoltre è stato aggiornato profondamente l’ambiente di Search&Recovery, che oggi offre tool diversi a seconda del tipo di documento da recuperare. Altrettanto migliorato appare Drive Scrubber, destinato alla cancellazione definitiva di file, cartelle o intere memorie di massa; la nuova versione permette di eseguire le operazioni di eliminazione in background, senza alcun rallentamento apparente delle sessioni correnti. Altrettanto migliorato appare il sistema di ottimizzazione del collegamento a Internet: prima l’operazione avveniva attraverso valori fissi e statici, legati a una scelta obbligata del tipo di connessione, mentre oggi la scelta viene verificata attraverso un test di collegamento e può essere ottimizzata delegando al sistema una serie di prove e verifiche alternative. Proprio in quest’ottica l’utility incorpora una routine di verifica della velocità di connessione online attraverso un server dedicato; i test possono avvenire su trasmissioni di diversa lunghezza, sia in download che in upload.

Votazione: 88

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore