Iomega rivoluziona il backup

Management

La nuova unità removibile Rev offre grandi capacità ed elevate
prestazioni.

La versione oggi disponibile sul mercato ha una capacità di memorizzazione pari a 35 gigabyte che, compressi, diventano 90 gigabyte. Nel 2005 arriverà la versione capace di memorizzare fino a 90 gigabyte (230 gigabyte compressi) Iomega fonde i vantaggi dei dispositivi di storage removibili basati sulla tecnologia a nastro con le prestazioni delle unità a disco fisso. Da questa idea nasce Rev, la nuova piattaforma storage che garantisce elevata capacità e altrettanto elevata velocità operativa. Non si tratta semplicemente di un nuovo prodotto, ma della prima realizzazione basata su una tecnologia che la società ha presentato a metà dello scorso anno e che ha denominato Removable rigid disk (Rrd). Tecnologia che Iomega propone al mercato con l’obiettivo di rivoluzionare l’approccio alle soluzioni storage per le imprese di medie e piccole dimensioni che devono gestire in modo efficace e sicuro le operazioni di backup e che desiderano disporre di un supporto che consente la conservazione e il trasferimento di grandi quantità di informazioni in modo semplice. Ulrike Tegtmeier, vice president e managing director di Iomega International, ha sottolineato come Rev sia stato interamente sviluppato e venga interamente prodotto da Iomega e come le sue caratteristiche siano il frutto di un’attenta analisi delle rinnovate esigenze di memorizzazione e conservazione dei dati che le imprese hanno. Cresce il peso dei formati multimediali nel contesto dei dati considerati critici, cresce la pressione in relazione alle normative che da un lato danno maggiore valore ai documenti elettronici e dall’altro, conseguentemente, richiedono maggiore attenzione nella loro conservazione prolungata nel tempo. Si sono evolute le esigenze legate alla disponibilità di supporti removibili alle quali le soluzioni basate su nastro non sono in grado di dare una risposta completa. È in questo scenario che Rev si propone, non tanto quale alternativa immediata al nastro, piuttosto come piattaforma complementare per chi già utilizza le cartucce e come scelta innovativa per chi è invece alla ricerca di grandi capacità di memoria, elevate prestazioni, supporti di dimensioni contenute, semplicità di utilizzo e costi contenuti. La nuova soluzione È analizzando le caratteristiche tecniche della soluzione messa a punto dai laboratori di Iomega che emergono i punti di forza. La versione oggi disponibile sul mercato ha una capacità di memorizzazione pari a 35 gigabyte che, compressi, diventano 90 gigabyte. Si tratta di una prima versione perché, come anticipa Tegtmeier, è programmato un percorso evolutivo che prevede il raddoppio della capacità delle unità removibili Rev ogni due anni circa. Così nel 2005 arriverà la versione capace di memorizzare fino a 90 gigabyte (230 gigabyte compressi), nel 2007 quella da 180 gigabyte (460 gigabyte compressi) e nel 2009 l’unità da 360 gigabyte (920 gigabyte compressi). André Armstrong, marketing manager new technology Emea della società sottolinea come questa evoluzione tecnologica tiene conto della compatibilità retroattiva: “Per utilizzare sia in lettura sia in scrittura le unità più capaci che verranno rese disponibili nei prossimi anni gli utenti dovranno anche rinnovare il dispositivo di lettura che, naturalmente, sarà in grado di leggere le unità removibili precedenti. Questa è una scelta obbligata che però ci consente di offrire al mercato soluzioni che, in misura sempre maggiore, rispondono alle esigenze di chi effettua frequenti backup in cui si richiedono più capacità, velocità di scrittura e lettura e bassi costi di acquisto e gestione”. Rev è anche dotato di una nuova tecnologia messa a punto dai ricercatori di Iomega per la correzione degli errori, si chiama Error correction code (Ecc) e opera a due dimensioni, agendo sulle righe e sui settori del supporto fisico, garantendo un elevatissimo livello di precisione e affidabilità. Altro elemento che completa la dotazione di Rev quale risposta efficace alle esigenze del mercato è il suo prezzo. La versione oggi disponibile da 35 gigabyte è venduta a 399 euro per il modello esterno che si collega alla porta Usb e 379 euro per quello interno con interfaccia Atapi. “Meno di 400 euro è un prezzo che rivoluziona il mercato, perché fino a oggi soluzioni comparabili a Rev sono proposte a prezzi che partono da qualche migliaio di euro”, afferma Tegtmeier. Ogni singolo disco aggiuntivo da 35/90 gigabyte costa 59 euro. La strategia Werner Heid, presidente e chief executive officer di Iomega, enfatizza il ruolo di Rev quale primo risultato della nuova strategia che la società ha deciso di attuare dopo aver rimesso in sesto la sua organizzazione, attraverso un consistente piano di ristrutturazione: “Ci stiamo concentrando sulla realizzazione di prodotti innovativi che vengono realizzati interamente dai nostri laboratori. Intendiamo rinnovare il concetto di backup con soluzioni che, oltre a essere più efficaci, flessibili ed economiche, sono anche pensate per supportare in modo attento le diverse applicazioni verticali come, per esempio, quelle di chi lavora con le immagini digitali, si pensi alla videosorveglianza”. Strategia che prende corpo con prodotti come Rev, ma anche con altre soluzioni capaci di operare sia a livello server sia desktop e di offrire la mobilità quale valore aggiunto. “Supporti removibili come Rev – aggiunge il ceo – consentono di dare concretezza alle tre condizioni operative che un dispositivo di backup deve saper supportare: store, share, protect. Quindi memorizzare, condividere e proteggere i dati”. Rev è ideale per utenti professionali come le imprese di piccole e medie dimensioni, i gruppi di lavoro delle grandi organizzazioni e i professionisti che si trovano oggi ad affrontare nuove sfide: il crescere esponenziale della quantità di dati da conservare, la necessità di gestire sempre nuovi formati, il massiccio utilizzo della posta elettronica, divenuto ormai canale preferenziale per lo scambio di informazioni e, non ultimo, il processo di adeguamento alle normative. Gli utenti non professionali trovano in Rev una soluzione capace di conservare ogni tipo di file, compresi quelli multimediali di grandi dimensioni sempre più diffusi anche nel contesto delle applicazioni domestiche, ed estremamente semplice da utilizzare.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore