IoT, la bottiglia WiFi di Kuvée vuole reinventare il business del vino

Internet of EverythingNetwork
IoT, la bottiglia WiFi di Kuvée vuole reinventare il business del vino
3 31 Non ci sono commenti

La bottiglia di vino intelligente di Kuvée, IoT, debutta con 48 vini provenienti da 12 cantine al debutto. Il mercato del vino e dell’enologia è valutato 300 miliardi di dollari

Nel mercato del vino e dell’enologia, settore valutato 300 miliardi di dollari, arriva Kuvée Bottle, un dispositivo di Internet of Things (IoT): si tratta di una bottiglia per il vino con connessione WiFi e touchscreen, ma il decanter hi-tech richiede di essere ricaricato continuamente con cartucce proprietarie. Vijay Manwani, co-fondatore di Kuvée, promette di mantenere il vino fresco per 30 giorni.

IoT, la bottiglia WiFi di Kuvée vuole reinventare il business del vino
IoT, la bottiglia WiFi di Kuvée vuole reinventare il business del vino

Il dispositivo per lo Smart Wine costa 299 dollari, a cui vanno aggiunte cartucce disponibili al prezzo da 9 a 10 dollari. Kuvée è una giovane startup di Boston: la bottiglia rivela sul display l’etichetta digitale, sul touchscreen è possibile leggere cosa (e quanto) si sta bevendo, vedere il logo della cantina, conoscere il grado alcolico ed altre informazioni sul vitigno eccetera.

La bottiglia di vino intelligente debutta con 48 vini provenienti da 12 cantine al debutto. Il preordine inizia oggi, la vendita ad ottobre.

Ogni anno vengono riempite 38 miliardi di bottiglie. Forse la bottiglia WiFi non soddisferà i sofisticati requisiti dei sommeliers, ma i test chimici che monitorano la qualità del vino, mantenuto fresco con il metodo dell’ “ossigeno impermeabile”, potrebbero conquistare l’utente medio che è disposto a spendere fra 15 e i 30 dollari a bottiglia ed è interessato a passare dal bianco al rosso, senza sprecare il vino avanzato. È da vedere se la startup, che ha raccolto 6 milioni di dollari per la bottiglia di smart wine, sopravviverà al rituale del tappo. Tradizione vs. innovazione, la sfida è iniziata anche nel santuario dell’enologia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore