Ip, un’opzione per il telefono

NetworkProvider e servizi Internet

Il protocollo Ip, standard indiscusso della rete Internet e delle reti aziendali, dopo anni di discussioni e anticipazioni si sta diffondendo anche nella telefonia grazie ai nuovi prodotti e servizi multimediali basati sui protocolli Ip, finalmente disponibili sul mercato a prezzi competitivi, che realizzano in modo concreto la convergenza delle reti di comunicazione

La telefonia Ip nacque a metà degli anni 90 come “telefonia Internet”, applicazione amatoriale per telefonare via Internet a basso costo e modesta qualità, utilizzando Pc multimediali dotati di appositi programmi (soft-phone). Negli ultimi due anni, la telefonia Ip è uscita dalla fase pionieristica e permette conversazioni telefoniche e voice -mail (VoIp – Voice over Ip) o scambio di fax (FoIp – Fax Over Ip) su qualsiasi rete in grado di supportare il protocollo Tcp/Ip. I recenti progressi dei soft phone consentono oggi telefonate accettabili anche utilizzando l’Internet pubblica, come dimostra l’enorme diffusione di Skype (www.skype. com), un programma di telefonia Internet, che conta a livello mondiale oltre 40 milioni di utenti (più di Telecom Italia). Utilizzando Skype o un programma simile, si può parlare con qualunque parte del mondo tramite un Pc collegato a Internet pagando solo il traffico telefonico urbano oppure non pagare nulla se si ha un contratto con tariffa di tipo flat. La diffusione dei gateway, in grado di stabilire il collegamento tra rete telefonica e Internet per raggiungere anche i normali telefoni, ha contribuito in maniera fondamentale al progresso della telefonia Ip. Oggi è possibile effettuare collegamenti telefonici e organizzare videoconferenze con corrispondenti di tutto il mondo attraverso Internet o reti Ip private, con costi molto ridotti e con una gestione molto efficiente della rete di comunicazione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore