iPhone 5s alla prova dei fatti. Anche il login sicuro è naturale

MobilityWorkspace
A7 a 64 bit su iPhone 5S: solo marketing od operazione lungimirante?
1 0 Non ci sono commenti

In iPhone 5s Touch ID per il login da solo cambia già l’esperienza d’uso, architettura a 64 bit e cpu A7 si lasceranno apprezzare sempre più nel tempo. Chi ama la concretezza della semplicità d’uso, l’idea che sia lo smartphone che si adatta al proprietario, e non viceversa, si lascerà tentare dall’upgrade proposto da Apple

iPhone 5s è facilissimo da distinguere dal modello precedente (iPhone 5) per due dettagli che si individuano anche a prima vista. Sul fronte un anellino argentato in corrispondenza del’unico tasto tipico degli iPhone e la scomparsa del loghino Home – da qui parte tutta l’esperienza legata a Fingerprint reader e al Touch ID; sul retro l’illuminatore/flash è ovale, invece che tond, come era prima, per dare spazio anche a una sorgente luminosa di differente tonalità che verrà miscelata da un algoritmo in fase di scatto (TrueTone). In pratica le differenze esteriori sono tutte qui, senza stare tanto a speculare sul nuovo colore oro.

Invece sotto il cofano cambia tanto, cambia prima di tutto la Cpu con A7 e il suo processo di costruzione a 28 nm (rispetto ad A6 a 32 nm), cambia la luminosità dell’apertura focale della fotocamera (f2.2 rispetto a f2.4), e l’esperienza iSight nel complesso; cambiano le prestazioni software con le applicazioni disegnate per la nuova architettura a 64 bit, cambia infine anche l’autonomia. A parità di spazio per la batteria si sente l’ottimizzazione software garantita dall’ultima versione del sistema operativo, anche se con una Cpu più potente.

Senza contare l’ottimizzazione possibile con il coprocessore M7 che lavora abbinato con A7, esso rileva l’attività ‘motoria’ di iPhone e di conseguenza mette a riposo le risorse della Cpu che non servono, richiamando dati e applicazioni in velocità in ausilio della cpu principale. Chi volesse tenersi aggiornato sulle applicazioni che più beneficiano delle prestazioni del nuovo processore fa bene a visitare la pagina dedicata di iTunes.

iPhone 5s
Apple iPhone 5s, tre varianti di colore nel catalogo Apple

 

iPhone 5s Touch ID invoglia alla sicurezza

L’utente che per la prima volta si mette a utilizzare il nuovo modello non può evitare di apprezzare Fingerprint Reader identity sensor e il Touch ID, dal processo di addestramento fino all’utilizzo di tutti i giorni. Apple ancora una volta è esempio per tutti su come si possano rendere semplici le procedure, sull’attenzione a fare in modo che quello che l’utente pensa si debba fare è proprio la modalità da seguire per riuscire a fare le cose. Non ce ne è. La semplicità di addestramento per la cattura delle impronte (scegliendo di quali dita memorizzare l’impronta) e poi la modalità di login sono semplicissime tanto quanto efficaci, con una guida in tempo reale sul display alquanto precisa.

La scelta naturale per chi utilizza lo smartphone con una mano sola è quella di lasciarsi prendere step by step l’impronta dei due pollici, ripetute volte, fino a vedere tutta profilata in rosso un’immagine ‘virtuale’ dell’impronta, poi attivare il device sarà una questione di frazioni di secondo, con un clic e poi lasciando per circa 2 decimi di secondo ancora appoggiato il pollice.

Chi obietta che il sistema sia già stato crackato, sia labile o altro, probabilmente non ha per nulla la percezione di quale sia il livello di sicurezza sulla stragrande maggioranza dei device in circolazione, ovvero ‘zero’. Apple potrà perfezionare sempre più il proprio sistema, ma intanto ha incontrato il favore degli utenti, con un sistema se non impeccabile, certo di alto livello, ed è inevitabile, per questo, passare velocemente dal riconoscimento tramite PIN a quest’ultimo. Chi vorrà continuerà a fare come ha sempre fatto.

iPhone 5s fingerprint
Uno degli step di acquisizione delle impronte digitali

Altri device propongono il login a strisciata o con un lettore di impronte, ci sembra che la proposta Apple sia comunque portata a livello consumer nel modo più naturale in assoluto.

Si diceva che l’altra esperienza eccellente è quella della fotocamera. Apple con iPhone 5s non vuole partecipare alla guerra dei megapixel (siamo ancora fermi a 8 Megapixel), propone però Burst Mode per catturare fino a 10 fotogrammi al secondo, e rinnova la sfida sui video con Slo-Mo, che serve a catturare le clip, con innestato nel corso della durata del video l’effetto Slow Motion, non solo nella parte centrale, ma in un intervallo personalizzabile direttamente dall’utente. Con la nuova Photos App sono ora proposti nuovi modi di sfogliare i propri elaborati fotografici.

Arriviamo al comparto LTE. Non abbiamo certo potuto testare l’efficacia di tutte e 13 le bande LTE supportate, ma rappresenta questo un ulteriore passo avanti. Raccomandiamo sempre di verificare con precisione il proprio modello di iPhone 5s su questa pagina.

Apple propone per la prima volta tra gli accessori una custodia completa e non un semplice bumper, per il proprio iPhone 5s (è adeguata anche per il modello iPhone 5). La custodia, non particolarmente economica, offre indubbiamente buona protezione, per quanto rileviamo ancora, purtroppo, che il display, tranquillamente graffiabile nella convivenza con altri oggetti in tasca, resta ad oggi l’elemento più esposto.

La nostra esperienza vi consiglia – anche in questo caso – di provvedere subito a ‘pellicolare’ lo screen frontale. L’esperienza con Retina non verrà penalizzata se la scelta della pellicola sarà effettuata senza puntare al prezzo più economico, e verrebbe comunque molto più penalizzata dopo poco tempo, su un display rigato.

 

iPhone 5s conviene aggiornarsi?

Ad iPhone 5s conviene aggiornarsi se si possiede una versione di iPhone antecedente alla 4s. Chi ha iPhone 4, si troverà oggettivamente nel dubbio. Certamente però se deciderà di farlo apprezzerà prima di tutto la reattività della cpu ulteriormente incrementata. Da iPhone 5 a iPhone 5s, per apprezzare pienamente l’upgrade, bisogna avere la forte predisposizione al gioco. Cresceranno nello store le app ottimizzate già per M7, certo per oraè con i giochi che sono percepibili i passi in avanti migliori. Altrimenti l’aggiornamento è giustificato soprattutto dalla comodità di Touch ID.

Il confronto con la concorrenza, e l’ennesimo confronto con Android, potrebbe partire proprio dall’esperienza fluida con le app e dal fatto che l’esperienza di update, upgrade, cloud con iPhone è un modello di naturalezza ed efficienza assolute, nulla che vada imparato, tutto che vien voglia di sperimentare. Per un display più grande, bisognerà aspettare i cambiamenti di form factor che, oramai siamo abituati, avvengono di solito al cambio di numero di versione.

iPhone 5s Case
iPhone 5s Case

Se non sapete invece quale piattaforma scegliere, la scelta di un device semplicissimo da usare, fluido, con app ottimizzate, di qualità sempre elevata, alte prestazioni e sicuro, ci indirizzerebbe ancora su iOs e su iPhone 5s. Altri criteri di scelta, tra cui il prezzo, possono certamente orientare altrove. In questo caso si potrà apprezzare il mercato comunque molto vivo dei modelli precedenti e anche di iPhone 5c.

Di seguito riportiamo la pagina diretta dove rinvenire tutte le specifiche tecniche

iPhone 5S con chip A7 e TouchID

Image 1 of 8

Le sfumature di iPhone 5S

Conoscete a fondo iPhone 5s e 5c? Mettetevi alla prova, rispondete al nostro quiz

 

 

 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore