iPhone arriva in altri 21 Paesi, ma in coda ci vanno le comparse

Mobility

In Polonia Orange avrebbe pagato delle comparse per stare in coda e aumentare l’interesse verso il nuovo smartphone di Apple, ora in commercio in altri 21 Paesi

In Polonia si fa la coda per accaparrarsi l’iPhone. Peccato che in coda ci siano comparse, pagate per accrescere l’interesse sul nuovo device.

La notizia è di oggi e si scontra un po’ con quanto è accaduto il mese scorso, quando davanti ai negozi di Stati Uniti e Italia, c’erano appassionati, gente comune che attendevano l’apertura dei cancelli.

Ma è anche noto che negli Stati Uniti molti appassionati pagarono per essere tra i primi a poter avere l ‘iPhone lanciato da Apple. Non è così nel paese dell’est dove la gente era in coda si ma di fatto erano comparse pagate.

E’ Orange, il più grande operatore mobile del paese, ad aver versato denaro a decine di attori affinché si mettessero davanti ai negozi. Segno di una campagna marketing in vista del lancio del nuovo smartphone. “Abbiamo queste file finte davanti a 20 negozi in tutto il paese per accrescere l’interesse verso l’iPhone“, ha detto un portavoce.

Apple ha venduto circa un milione di nuovi iPhone negli Stati Uniti nel primo fine settimana seguito al lancio sul mercato, lo scorso luglio, ma i consumatori polacchi potrebbero mostrarsi riluttanti a pagare grosse somme per l’abbonamento mensile. Niente file invece ai negozi Era di T-Mobile, dove anche qui sarà in vendita da oggi il nuovo iPhone.

Tra i Paesi in cui da oggi è in commercio l’iPhone ci sono inoltre: Argentina, Cile, Colombia, Ecuador, El Salvador, Estonia, Filippine, Guatemala, Honduras, India, Lettonia, Lituania, Paraguay, Perù, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Singapore, Slovacchia, Ungheria e Uruguay

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore