iPhone e iPad a rischio malware WireLurker

CyberwarMacMarketingSicurezzaWorkspace
Il nuovo malware di Apple sfrutta i Mac per infettare gli iPhone
1 0 1 commento

L’attacco malware è limitato alla Cina. Il nuovo malware di Apple sfrutta i Mac per infettare gli iPhone e gli iPad. Ecco come funziona WireLurker, un malware che può installare applicazioni di terze parti su dispositivi iOS regolari

Palo Alto Networks ha scoperto che i dispositivi Apple sono nel mirino di WireLurker, un malware in grado di infettare sia i desktop che il sistema operativo mobile. Il nuovo malware di Apple sfrutta i Mac per infettare gli iPhone. La nuova insidiosa minaccia ha colpito gli utenti cinesi di dispositivi targati Apple: i sofisticati attacchi agli iPhone e agli iPad avvengono attraverso Mac OS X di Apple, attraverso WireLurker, un malware che può installare applicazioni di terze parti su dispositivi iOS regolari, privi di jailbreak, e salta dai Mac infettati ad iPhone tramite cavi USB, secondo Ryan Olson, direttore della divisione Unit 42.

Palo Alto Networks denuncia che WireLurker aspetta un device su cui gira il sistema operativo mobile Apple iOS per connettersi via USB a desktop Mac e laptop Macbook. Gli attacchi sono cinesi: i malware sono originati dagli apps store cinesi di terze parti e sembra che abbiano infettato soprattutto dispositivi cinesi.

Il malware si diffonde attraverso apps infette caricate sugli app store, per essere scaricate sui Mac. Da lì si propaga l’infezione. Il software – nascosto nelle apps scaricate  dagli app store di terze parti per Mac OS X – aggiunge codice malevole alle applicazioni legittime per iOS. L’attacco malware è limitato alla Cina. Ancora non è chiaro l’obiettivo dell’attacco, ma è la prima volta che si è visto qualcosa di simile in azione.

Il nuovo malware di Apple sfrutta i Mac per infettare gli iPhone
Il nuovo malware di Apple sfrutta i Mac per infettare gli iPhone

Il Ceo di Apple, Tim Cook, si è recato in Cina, dopo il grave cyber attacco a iCloud, per parlare con le autorità ufficiali di Pechino di temi scottanti quali la sicurezza IT e la privacy online. La Cina sarebbe dietro al cyber attacco a Apple iCloud: Pechino ha negato gli addebiti, ma i vendor di sicurezza ritengono che ci siano le prove del coinvolgimento, se non di una regia, cinese. Apple ha suggerito raccomandazioni  per evitare il phishing su iCloud e non solo, a questo indirizzo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore