iPhone spinge Apple. Windows Mobile 6.5 frena Microsoft

Workspace

Morgan Stanley promuove Apple grazie allo smartphone. Intanto le società di analisi nicchiano sul nuovo Windows Mobile: non vedono motivo per l’upgrade

Apple è promossa da Morgan Stanley che ha rialzato il target price a 180 da 105 dollari. Morgan Stanley vede la domanda dell’iPhone in crescita sia nella seconda metà del 2009 che nel 2010. Inoltre, a luglio potrebbe uscire il nuovo iPhone .

Se Morgan Stanley registra l’entusiasmo per il nuovo iPhone (dotato di fotocamera da 3,2 Megapixel, video editing, radio Fm, Mms, servizi di localizzazione migliorati e 32 Gbyte; schermo Oled, batteria migliorata del 50% e chip a doppia capacità), sul fronte Windows Mobile aleggia lo spettro della depressione.

Secondo Ovum, i benefici dell’upgrade a Windows Mobile 6.5 di Microsoft saranno minimi. A suscitare interesse è solo Windows Mobile Marketplace and Widget, l’anti app store di Microsoft.

J. Gold Associates parla addirittura di cosmetica e non vede interesse all’upgrade da parte dell’enterprise.

Forse, le prime indiscrezioni su Microsoft Pink e un anti iPhone made in Redmond, oltre a quelle su Windows Mobile 7.0 (atteso nel 2010), stanno frenando l’edizione 6.5? Forse è passato troppo tempo tra l’annuncio al Windows Mobile 6.5 e i primi smartphone in autunno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore