iPhone, Vodafone Germania contro Deutsche Telekom

Mobility

In gioco sono le tariffe bloccate dell’iPhone europeo. Intanto viene smentito il rischio privacy dei dati utenti dell’iPhone

Vodafone Germania porta in tribunale Deutsche Telekom a causa dell’esclusiva dell’iPhone con la sua controllata T-Mobile e a causa del contratto a tariffe fisse.

Il secondo paese europeo in cui sia sbarcato lo smartphone di Apple, dopo il Regno Unito (e gli Stati Uniti extra Ue), potrebbe segnare una svolta

nel rapporto tra l’iPhone di Apple e gli operatori mobili europe i.

Vodafone Germania ha chiesto alla corte di Amburgo di intervenire con una ingiunzione.

Cosa rischia ora l’iPhone europeo? In caso di ingiunzione, potrebbero essere fermate le vendite sul territorio tedesco; inoltre potrebbe rappresentare un segnale per l’approccio di Apple alla telefonia mobile in Europa. Proprio ora che, secondo le ultime indiscrezioni, Vodafone sembra essersi aggiudicata l’ esclusiva degli iPhone Umts a primavera (Italia compresa). Mancano però conferme ufficiali.

Vodafone comunque ha sottolineato di non essere per principio ostile alle tariffe bloccate (anche se la pratica è inedita), ma di volere “fare chiarezza” nel Vecchio Continente.

Già in Francia la situazione legislativa d’oltralpe sta imponendo uno sbarco differente rispetto a quello statunitense e inglese.

Infine sono smentite le voci che davano l’iPhone a rischio privacy: viene considerata infondato l’allarme sull’invio del codice IMEI, ovvero dell’identificativo di ogni dispositivo mobile, tramite iPhone.

Gli iPhone non invierebbero a Cupertino i dati Imei, senza il consenso degli utenti: il sito tedesco Heise ipotizza che le applicazioni Weather e Stocks spediscano un codice “simile” all’UUID, identificativo della singola applicazione. Anche Docpool avrebbe confermato che l’iPhone non mette a rischio la privacy degli utenti dell’iPhone.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore