Ipred2, a che punto è la proposta di direttiva

Aziende

La discussione slitta al 25 aprile. Fiorello Cortiana dichiara a Vnunet che
sta lavorando per coinvolgere le associazioni dei consumatori

Il Parlamento europeo ha in cantiere una nuova Direttiva europea sul copyright: Ipred2, che promette maggiori poteri nell’anti pirateria all’industria dell’intrattenimento; chiusura a doppia mandata di hardware e contenuti; tracciamento dei cittadini Ue. L’Europa voleva andare al voto della proposta il 24 aprile. La discussione è stata confermata per il 25. Il Commissario Europeo Frattini aveva chiesto il rinvio ad altra data della trattazione IPRED2, forse perché la riteneva troppo sbilanciata, mentre il Relatore Zingaretti voleva la trattazione del testo. Fiorello Cortiana, autore dell’appello contro Ipred2 , sottoscritto da 510 persone solo su Vnunet , afferma: ?Ho lavorato a coinvolgere le associazioni dei consumatori perché non sono state sentite, il parere non è obbligatorio ma è p oliticamente grave trascurarle e le associazioni si stanno già muovendo in ambito europeo. Ho anche interessato il Garante per la Privacy perché come prevede il testo IPRED2 i privati che si ritengono danneggiati potranno partecipare direttamente alle indagini: questo significa consentire una schedatura privata di massa mai conosciuta prima in Europa ?. Il 7 Maggio ci sarà, attualmente confermato, l’incontro con il relatore Zingaretti presso la Commissione Cultura alla camera dei Deputati. L’incontro dovrebbe svolgersi, mentre il Parlamento europeo sarà forse nel pieno della discussione.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore