Istat fotografa il boom dei telefonini e il Digital Divide fra Nord e Sud

Workspace

I dati del 2007 dell’Istat certificano che gli italiani, nonostante la crisi economica, non fanno a meno del cellulare. Internet fa rima con giovani

Nel consueto annuario statistico italiano, redatto dall’Istat, emerge un paese affaticato, che si sente con le tasce vuote, ma non può fare a meno della telefonia mobile.

I numeri Istat di fine 2006 fotografano 7,4 milioni di abbonati alla rete fissa, 81,8 milioni di linee mobili (contro i 71,9 all’inizio del 2006), e 73,7 milioni di carte prepagate (in aumento, rispetto ai 65,3 milioni dodici mesi prima). Sono invece circa 11,6 milioni le utenze Internet, diffuse soprattutto nel nord-ovest (3,5 milioni) e nel Mezzogiorno (3,2 milioni).

L’uso del Pc fa soprattutto rima con giovani: il 44,9% della popolazione dai 3 anni in su utilizza il Pc e il 40,2% si collega ad Internet. Lo evidenzia il Rapporto Istat. L’uso del pc coinvolge soprattutto la fascia di eta’ tra i 15 e i 19 anni (oltre l’80%); con il crescere dell’eta’ cala l’uso e nella fascia 65-74 anni la percentuale crolla al 9,1%, attestandosi sull’1,9% per i 75 anni e oltre. Nell’uso del pc, si conferma il Digital divide: Nord e Centro rispettivamente 49,5% e 46,9%, il Sud al 37,7%, mentre Internet spopola al Nord e Centro, rispettivamente al 45,0% e 42,9%, e al Mezzogiorno si ferma al 32,6%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore