Istat, sei famiglie su dieci hanno accesso al Web

AziendeMarketingMercati e FinanzaSocial mediaWorkspace
Selfie-mania sotto la lente degli psicologi
0 1 1 commento

L’Istat ha pubblicato i dati aggiornati sulle abitudini degli italiani. Il rapporto su cittadini e nuove tecnologie stima che le famiglie connesse sono 6 su dieci e che spopolano i social network

Sei famiglie su dieci hanno accesso al Web. L’Istat ha pubblicato i dati aggiornati sulle abitudini degli italiani. Il rapporto su cittadini e nuove tecnologie in Italia stima che le famiglie italiane che navigano suInternet dalla propria abitazione sono passate dal 55,5% dello scorso anno al 60,7% del 2013. Nel 2012 possedeva un Pc il 59,3% delle famiglie, ma i possessori di computer sono cresciuti al 62,8%. In Rete accedono in totale 15 milioni e 138 mila nuclei familiari, di cui ben 14 milioni e 893 mila si collegano attrraverso una rete a banda larga.

Il 93,1% possiede un telefonino, mentre solo il 62,8% ha un Pc, il 53,8% un lettore dvd-blu ray, il 53,4% vanta fotocamere digitali e il 43,9% smartphone o feature-phone. Solo il 33,3% delle famiglie ha l’antenna parabolica, il 30,4% ha un lettore Mp3/Mp4 (per cento), il 27,2% la videocamera, il 20,2% la console per videogiochi e 5,4% ha il lettore di e-book.

I nativi digitali dilagano: l’81,7 per cento degli utenti, a partire da chi ha sei anni, si è collegato a Internet per spedire o ricevere mail, tanto che i nuclei con un minore in casa sono le più hi-tech (contro il 12,7 % delle famiglie over 65 con connessione Internet). La differenza di genere esiste: il 59,7% degli uomini italiani ha e usa un Pc, contro il 49,3% delle donne.

Marcato è anche il divario geografico: il 63,3% delle famiglie del Centro-nord accede a Internet contro il 55% dei nuclei al Sud e nelle isole.

Sono cresciuti del 5% gli utenti di Facebook e Twitter. Gli italiani che aggiornano lo status su Facebook salgono dal 48,1 al 53,2%, mentre gli italiani che inviano Tweet da 140 caratteri passano dal 53,8% del 2012 al 58,7%.

Nel 2013 l’utilizzo di Internet aumenta per la ricerca di informazioni sanitarie (dal 45,1% del 2011 al 49,6%). Si viaggia in Rete per leggere giornali, informazioni, riviste (63% contro il 50,5% del 2012), per leggere o scaricare libri online o e-book (17,3%), per sottoscrivere abbonamenti (3,9%).

Istat: sono connesse sei famiglie su 10
Istat: sono connesse sei famiglie su 10
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore