Italcementi comunica con Systimax Solutions

Aziende

Italcement ha affidato a Systimax Solutions la realizzazione di un’infrastruttura di comunicazione di rete in grado di supportare la sempre crescente richiesta di banda su lunghe distanze

La realizzazione delle infrastrutture di comunicazione di rete di Italcementi sono state affidate a Systimax Solutions che ha il compito di implementare infrastrutture in grado di supportare la sempre crescente richiesta di banda, con un’estensione tale da consentire la massima flessibilità nell’ubicazione delle risorse di elaborazione, in particolare per la sede centrale di Bergamo. La soluzione adottata è LazrSpeed di Systimax ritenuta la più affidabile sul mercato per supportare reti Lan Gigabit: ora, infatti, la nuova rete centrale è in grado di supportare una velocità di trasmissione di 10Gbps e di garantire così alte prestazioni anche alle reti dipartimentali preesistenti che si sviluppano da ciascun armadio di distribuzione. “L’evoluzione tecnologica in campo informatico porta all’utilizzo di sistemi sempre più potenti in dimensioni sempre più contenute”, ha commentato Bernardino Prestini, Responsabile Reti e Infrastruttura di Italcementi per il territorio nazionale. “Da qui la nostra richiesta di realizzare una infrastruttura di rete locale tale da consentire l’elezione di uno qualsiasi dei locali del campus a Server Farm”. L’infrastruttura preesistente era già, dal punto di vista strutturale, soddisfacente, ma la copertura di dorsale in fibra ottica era limitata al backbone e ad alcuni link verso gli armadi di edificio e la banda trasmissiva disponibile era limitata rispetto alle esigenze emergenti. È stato realizzato un doppio anello ottico di backbone, ridondato sia a livello di numero di fibre sia a livello di percorso fisico, per garantire la continuità di servizio e consentire la trasmissione tra le tre Server Farm (ubicate in modo ragionato nel campus) e gli armadi di piano connessi, tramite una trentina di dorsali “verticali”, alla dorsale di campus.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore