Italia Startup al giro di boa dei 1100 associati

AziendeStart Up
Le startup crescono di quasi il 6%
0 2 Non ci sono commenti

Italia Startup si espande. In due mesi conta quasi 250 nuovi soci. Superata quota 1100 associati

Italia Startup cresce a buon ritmo. In due mesi conta quasi 250 nuovi soci e ha superato quota 1100 associati, vantando nuove aziende come partner. Infatti, hanno aderito anche Sounday Music (forte di oltre 1 miliuone di euro di fatturato), Extrabanca (focalizzata sui nuovi imprenditori innovativi stranieri), QVC (orientata alle iniziative di Open Innovation), Città della Scienza di Napoli (con il suo business innovation center), Technacity e Studio ABCF.

Italia Startup al giro di boa dei 1100 associati
Italia Startup al giro di boa dei 1100 associati

Il crescente interesse manifestato nei nostri confronti è dimostrato dal consistente sviluppo dei numeri degli ultimi mesi” – commenta Marco Bicocchi Pichi, Presidente di Italia Startup – “Le prospettive per i prossimi anni sono positive, da una parte perché il fenomeno startup si sta sviluppando dal basso in maniera molto consistente e presidiando ogni ambito di mercato e dall’altra perché il mondo industriale, nazionale e internazionale, sta dedicandovi sempre più attenzione tramite partnership o vere e proprie acquisizioni. Le imprese mature nazionali insieme alle imprese e agli investitori stranieri stanno guardando con crescente interesse all’ecosistema innovativo italiano. La missione di Italia Startup si consolida sulla strada di favorire l’incontro tra realtà imprenditoriali emergenti e consolidate, nostrane e internazionali, stimolando la discussione su misure economiche e fiscali che possano favorire l’assunzione di rischio da parte degli investitori, anche corporate”.

I 1100 soci confermano la vocazione in espansione di Italia Startup: tra di essi, spiccano persone fisiche, startup seed, startup consolidate, incubatori, investitori, abilitatori e aziende mature.

L’Associazione si conferma main partner del Premio Gaetano Marzotto, la principale competizione italiana per startup che vedrà premiare le realtà più innovative questa sera Giovedì 26 Novembre, presso l’Unicredit Pavilion di Milano.

Salgono da 30 a 50 le startup italiane che parteciperanno la prossima settimana ad Unbound Digital London, il festival dell’innovazione dedicate ad imprese innovative ed ecosistemi da tutto il mondo. Il primo dicembre molte di loro potranno presentarsi a investitori internazionali nell’ambito dell’Italian Forum, organizzato con Camera di Commercio italiana a Londra e ICE.

Le startup italiane che si sono iscritte, fino a settembre 2015, nella sezione ad esse dedicate del Registro delle Imprese, sono 4.704 in totale. Rispetto al terzo trimestre del 2015 si annota un incremento del 10,8%.
La Lombardia vanta il 21,6% del totale delle startup italiane, seguita dall’Emilia Romagna, Lazio, Veneto e Piemonte. Maglia nera è, invece, la Val d’Aosta con sole 12 nuove aziende aperte.
Milano è in testa alla classifica, con 680 startup, seconda è Roma che precede Napoli e Bologna.

Nel rapporto tra startup e società di capitale, svetta il Trentino, seguito dal Friuli, dalle Marche e dalla Val d’Aosta.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore