Italiani e tecnologia, è vero amore

Workspace

L’83% degli intervistati è entusiasta della tecnologia e il 76% pensa che senza di essa la sua vita cambierebbe in peggio

L’83% degli intervistati è entusiasta della tecnologia e il 76% pensa che senza di essa la sua vita cambierebbe in peggio. Sono questi alcuni elementi evidenziati da un’indagine condotta dalla società di ricerche di mercato Consumer Analysis Group per conto di Intel, che ha coinvolto 1.012 italiani di età compresa tra i 18 e i 65 anni, con l’obiettivo di scoprire il modo in cui la tecnologia ha mutato lo stile di vita, il modo di relazionarsi con amici e parenti, di vivere l’ambiente domestico e di usare Internet. Il 56% delle persone coinvolte ritiene che la tecnologia abbia arricchito la vita di tutti i giorni: rende più semplice l’organizzazione del lavoro, il divertimento, la possibilità e la capacità di comunicare. Solo il 3% degli intervistati, in prevalenza di età superiore ai 50 anni, pensa che gli strumenti tecnologici gli abbiano reso la vita più complessa. La tecnologia, grazie alla progressiva convergenza tra strumenti di elaborazione e di comunicazione, ha modificato il modo in cui le persone interagiscono e il loro modo di socializzare. Infatti il 60% del campione non usa più la posta tradizionale e il 32% la utilizza soltanto una volta all’anno. Anche se il telefono rimane il mezzo preferito per mantenere i contatti con gli altri (il 33% si sente una volta alla settimana tramite cellulare e il 30% per mezzo del telefono fisso), l’uso della posta elettronica è sempre più diffuso: il 15% si scrive e-mail ogni giorno, il 27% ogni settimana, il 23% ogni mese. Grazie a e-mail ed Sms il 72% delle persone si sente più coinvolto nella vita di amici e conoscenti, mentre il 40% degli intervistati afferma che grazie alla tecnologia è meno solo. Ma e-mail ed Sms aiutano anche sul piano degli affetti: il 15% degli intervistati ha dichiarato che grazie a Sms ed e-mail ha più coraggio a fare il primo passo nella vita sentimentale. Internet, invece, sta diventando uno strumento sempre più strategico per ottenere informazioni; il 91% lo utilizza per fare ricerche, in particolare per trovare approfondimenti legati ai propri hobby (53% dei casi) o su argomenti medici (45% dei casi). Il 70% si mantiene aggiornato facendo zapping sulla Rete, navigando tra le versioni online dei quotidiani e i vari Webzine. Internet, però, è importante anche in rapporto alla carriera: il 45% degli intervistati si è affidato al Web per trovare un nuovo lavoro, mentre il 59% ha scelto la Rete per accrescere le proprie competenze professionali e ottenere ulteriori qualificazioni, per esempio tramite l’elearning. Nell’ambito dell’e-commerce, il primato va ai viaggi. Il 63% degli intervistati ha prenotato almeno una volta online il proprio biglietto aereo. Intanto le innovazioni tecnologiche hanno portato gli italiani a trascorrere sempre più tempo libero in casa (secondo l’indagine Intel il 31% ha ridotto le serate al cinema, il 10% va meno a teatro, il 9% frequenta di meno i concerti, il 4% va più raramente fuori cena…); moltissimi degli intervistati sono disposti a investire in apparecchiature tecnologiche come Tv e Pc a schermi piatti e dvd player per rendere la propria dimora luogo di ritrovo adatto a intrattenere amici e parenti. “Oggi nelle nostre case ci sono molti più dispositivi di elettronica di consumo, e il Pc diventa lo strumento adatto a farli comunicare e a condividere i contenuti digitali” afferma Carlo Parmeggiani, Consumer Marketing Manager di Intel Corporation Italia. “Gli italiani stanno creando già quello che nella visione di Intel è la digital home, un ambiente in cui il Pc diventa l”hub tecnologico’ della casa e comunica con tv, lettore dvd, stereo…Con il lancio della tecnologia Intel Viiv, la nuova piattaforma Intel per la digital home, potranno aggiungere nei loro salotti un Entertainment Pc da gestire con un semplice telecomando e rendere così ancora più semplice la condivisione di contenuti multimediali”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore