Itanium fa i conti con la concorrenza

Management

Microprocessori

Nel corso dellIntel Developers forum tenutasi a San Francisco, Mike Fister, vice president e general manager dellEnterprise Platform Group del produttore di chip, ha delineato il piano per i 64 bit, compresi i dettagli relativi ai processori Deerfield, Madison e Montecito. Il manager ha spiegato che la prossima generazione di Itanium, chiamata in codice McKinley, sul giusto binario per il rilascio questestate. Vogliamo dimostrare che Itanium batter la concorrenza, ha proseguito Fister ai delegati nel suo intervento. La creazione del chip, sviluppato congiuntamente a Hewlett-Packard, ha gi assorbito costi per un miliardo di dollari, ma per il momento ha incontrato una reazione non particolarmente stimolante da parte del settore. Attualmente sono stati forniti soltanto 2.500 server basati su Itanium. Fister ha dichiarato che Intel prevede di rendere disponibile lanno prossimo il successivo chip a 64 bit, il Deerfield – un processore basato sulla tecnologia di produzione a 0,13 micron, che rispecchia il chip Celeron nel settore dei 32 bit. Nel frattempo, Intel render disponibile il Madison a 0,13 micron un chip di fascia pi alta. Nel 2004 passer alla tecnologia a 0,09 micron, rilasciando Montecito.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore