iTunes cloud di Apple sarà a pagamento

AccessoriCloudMarketingWorkspace

La musica in streaming di Apple è alle porte. Si infittiscono le indiscrezioni sulla versione cloud di iTunes. Ecco come potrebbe essere il prossimo servizio di Apple

La versione cloud di iTunes sembra vicina. Dopo mesi di indiscrezioni, il servizio di musica in streaming di Apple è alle porte, ma, anche se all’inizio potrebbe essere gratis, in futuro iTunes cloud potrebbe diventare a pagamento. Anche se la musica è già stata acquistata dagli utenti, sembra che Google Music potrebbe costare al massimo 25 dollari annuali per il servizio, mentre iTunes cloud di Apple 20 dollari all’anno. Si tratta di indiscrezioni prive di conferma: le riporta Cnet. Apple ha già ordinato a Isilon (di EMC) 12 Petabyte di storage, in quanto iTunes cloud permetterà agli utenti di archiviare le proprie collezioni musicali nel servizio di Apple e di accedervi da ogni dispositivo e da ogni luogo.

Il piano iniziale sarebbe quello di permettere agli utenti di iTunes di mettere le loro canzoni nella nuvoletta e da lì mandarle in streaming ai loro dispositivi mobili. Si tratta di un progetto molto simile a quello che Amazon ha fatto con il suo Cloud Drive e a quello che probabilmente Google vuole fare con l’atteso Google Music. Il data center del Nord Carolina è costato un miliardo di dollari. iTunes cloud è inoltre frutto dell’acquisizione per circa 80 milioni di dollari di Lala.

Apple non ha firmato alcun nuovo accordo con case discografiche, per questo nuovo servizio, ma il debutto di iTunes cloud meriterebbe un evento a sé. Apple e Google stanno da mesi cercando di firmare un accordo con le Major per un servizio di musica cloud, ma il percorso per arrivare al traguardo si è rivelato più complesso del previsto.

Amazon Cloud Player offre 5GB di spazio gratuito, ma offre la possibilità di arrivare a 20GB con l’acquisto di un album in MP3 dallo store di Amazon. Si possono aggiungere canzoni e album acquistati su Amazon oltre che musica che avete già sul vostro computer. In più, è consentito utilizzare lo spazio a disposizione anche per foto, video e documenti. Una volta aggiunti i file multimediali al Cloud Drive, gli utenti sono in grado di mandarli in streaming tramite il Cloud Player di Amazon per il web o il Cloud Player per Android.

Apple: Lala porterà la musica di iTunes nel cloud
Apple: grazie a Lala la musica di iTunes finisce nel cloud
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore