Iva e Irap, effetti della manovra nel mercato IT

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza

Nella bozza di riforma fiscale compaiono voci che potrebbero avere impatto sul mercato IT, già fermo al palo. Vediamo quali: si teme il rincaro dell’Iva, ma l’azzeramento dell’Irap sarebbe positivo

Ancora non sappiamo se sarà varato l’aumento di un punto percentuale dell’Iva e se sarà accompagnato dall’addio all’Irap dal 2014. Ma la manovra sul tavolo del governo pottrebbe avere un impatto sul mercato IT italiano. Il rincaro dell’Iva porterebbe a un aumento dei prezzi complessivi dei prodotti hi-tech: l’Iva passerebbe dal 20% al 21%. Mentre il Rapporto Assinform 2011 lancia l’allarme sul mercato IT italiano (dove la ripresa è un miraggio), il rincaro dell’Iva (seppure di un solo punto percentuale), se confermato, potrebbe pesare sulla spesa IT italiana, già lontana dai numeri del resto d’Europa e dalla crescita IT del mondo (vedi dati Eito).

Già l’Italia sconta un ritardo complessivo nel processo di digitalizzazione rispetto alle medie dell’Ue27, dunque ogni piccolo “terremoto” potrebbe influire in positivo o negativo. Il mercato IT rischia di restare fermo al palo, secondo Paolo Angelucci, presidente di Assinform: “Allo stato attuale le nostre previsioni per il 2011 oscillano fra una stima pessimista che assegna al settore It un trend di crescita attestato a -0,8% e una ottimistica che individua una crescita di +1,3%. La prima presuppone nessuna modifica di contesto, la seconda che le condizioni di contesto inizino a cambiare, con l’introduzione di un quadro normativo certo e incentivante l’innovazione, che preveda poche azioni prioritarie, ma capaci di imprimere un’evoluzione accelerata e positiva per tutto il Paese”.

Per i 250.000 addetti dentro Confindustria Digitale (che fatturano all’anno oltre 70 miliardi di euro) potrebbe invece avere impatto positivo l’addio dal 2014 all’Irap, giudicata già “iniqua nei settori “labour intensive” come l’IT. Dunque la manovra va seguita con attenzione anche dal mondo IT.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore