J. D. Edwards presenta l’ultima versione della soluzione Supply Chain Management

Workspace

Gli ampliamenti all’interno della suite J.D. Edwards 5 consentono di accrescere la produttività e agevolano la collaborazione all’interno della Supply Chain.

J.D. Edwards ha annunciato un numero record di ampliamenti alla soluzione Supply Chain Management (SCM), studiati in modo specifico per rispondere alle esigenze delle aziende manifatturiere e della distribuzione. Gli ampliamenti includono nuove funzionalità modulari per la pianificazione, la gestione degli ordini, la produzione multi-mode, la distribuzione e la logistica. Corredati da servizi di implementazione e supporto specifici per settori verticali di mercato, gli ampliamenti apportati alla suite J.D. Edwards 5 saranno disponibili entro la fine del terzo trimestre. Tra le maggiori novità, oltre 20 nuove funzionalità per la gestione dei Prezzi e delle Promozioni per un approccio al pricing più innovativo. Questi ampliamenti sono stati apportati a seguito di specifiche richieste da parte di clienti europei e consulenti di mercato. Per esempio, la funzionalità Gross Profit Margin Pricing permetterà alle aziende di controllare meglio i margini impostando dei target di profitto minimo e massimo per combinazioni specifiche di prodotti e di clienti. Inoltre, una nuova funzione nel modulo Order Promising per riservare a livello contrattuale con il cliente la capacità produttiva e i materiali necessari per garantire i livelli di servizio concordati (come per esempio 10 ore alla settimana su un macchinario). L’integrazione dei software J.D. Edwards Demand Consensus e Sales Force Automation consentirà alle aziende di effettuare dei forecast ancor più precisi. Integrando le informazioni sulle vendite in tempo reale all’interno del processo collaborativo di forecasting, le aziende saranno in grado di migliorare il servizio al cliente e di ridurre le scorte di magazzino. Un nuovo modulo, Product Variants, permetterà alle aziende di meglio gestire l’inventario e il cross-sell di articoli gestiti a varianti. Tali prodotti si trovano comunemente, ad esempio, nelle cartotecniche, nelle aziende di produzione della ceramica e dell’abbigliamento. Una nuova funzionalità Engineering Project Management aiuterà le aziende a gestire tutte le attività legate a progetti semplici o complessi sia per la realizzazione di prodotti basati su specifiche dei clienti che nella gestione dell’intero ciclo di vita dei prodotti. Questa nuova funzionalità è basata sulla gestione di processi in grado di collegare e schedulare tutte le attività di progettazione, acquisto di materiali, produzione, costi e budget di commessa. Potenziamenti al modulo Production and Distribution Planning consentono di sincronizzare l’intero flusso di materiali in-bound con le risorse dell’azienda, la capacità produttiva e le esigenze delle varie fasi del processo produttivo. Forecast intelligenti e accurati sui materiali sono strategici per ottimizzare l’impiego di risorse umane nelle industrie di assemblaggio e high-tech. Infine, Enhanced Lot Control, è una nuova funzionalità permette alle aziende di gestire i lotti con maggiore accuratezza mettendo, ad esempio, a disposizione informazioni quali date di sell-by e best-before. Queste informazioni si rivelano particolarmente importanti per le aziende operanti nel settore del food and beverage, così come per le aziende farmaceutiche, che sono sempre più soggette a controlli e quindi alla necessità di adeguarsi a requisiti di sicurezza e di legislazione sanitaria previsti in tutto il mondo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore