Jepssen Pvr X12 Da

CloudServer

Doppio sintonizzatore sat e hard disk integrato per un decoder che non ci
farà perdere neanche un minuto di trasmissioni

Il Jepssen Pvr X12 Da è un decoder satellitare dotato di numerose funzioni evolute. Innanzitutto è un Personal Video Recorder, ovvero è in grado di registrare le trasmissioni satellitari direttamente nell’hard disk che integra. La fase di registrazione si limita a copiare sul disco il flusso di dati ricevuto dal satellite, il che garantisce la perfetta qualità della registrazione, che resta identica a quella della trasmissione originale. Sono disponibili modelli con dischi che vanno da 160 a 400 Gbyte di capacità, che possono ospitare fino a 220 ore di registrazioni. Inoltre è possibile accedere al contenuto del disco da un qualsiasi Pc, grazie alla porta Usb 2.0 integrata nel decoder. È quindi possibile creare Dvd dalle proprie registrazioni, oppure convertire in formato DivX i filmati per archiviarli sul computer. Il decoder è inoltre dotato di un doppio sintonizzatore, per consentire di registrare un programma mentre se ne sta guardando un altro. Per sfruttare appieno questa opportunità è però necessario disporre di una antenna parabolica dotata di due uscite indipendenti, ognuna delle quali da collegare a un sintonizzatore. Utilizzando una parabola con una sola uscita, sarà possibile registrare e vedere contemporaneamente solo una parte dei canali disponibili. Il modello che abbiamo provato era dotato di un doppio slot per moduli Cam, mentre la versione Pvr X12C è anche dotata di un lettore di smart card e Cam integrata, compatibile con le codifiche più diffuse. Nella parte posteriore si trovano tutte le porte di collegamento; oltre ai connettori per la parabola, troviamo due prese Scart, un’uscita video composita, un’uscita audio stereo con due connettori Rca, l’uscita ottica S/Pdif, una porta seriale per l’aggiornamento del firmware e il caricamento dei setting, una porta Usb per l’accesso al disco fisso da Pc e le prese di ingresso e di uscita del modulatore incorporato, che permettono di collegare il Pvr X12 a un televisore privo di ingressi video utilizzando la presa per l’antenna. L’hard disk interno non permette solo di registrare i nostri programmi preferiti, ma consente anche di abilitare le funzioni di time shifting. Ogni programma che si sta vedendo in diretta può essere messo in pausa, per reiniziarne la visione in seguito. In pratica, per ogni programma che si sta visualizzando il decoder crea un file di registrazione temporaneo, che consente allo spettatore di utilizzare tutte le funzioni tipiche di un programma già registrato, come appunto la pausa o la visione di scene precedenti. Per quanto riguarda le registrazioni, vengono tutte memorizzate nel formato Mpeg-2 Transport Stream, che comprende tutte le informazioni, compresi eventuale doppio audio e sottotitoli. Per accedere ai contenuti dell’hard disk occorre utilizzare un semplice programma fornito da Jepssen, grazie al quale si possono riversare su di un Pc i file video per essere editati o convertiti in altri formati, utilizzando uno tra i numerosi appositi programmi facilmente reperibili. Malgrado l’interfaccia Usb sia del tipo 2.0, il trasferimento dei file è risultato un po’ più lento di quanto ci aspettassimo. Il Pvr X12 Da dispone di una serie di pulsanti sulla parte frontale del dispositivo, che permettono di gestire le principali funzioni del decoder; per un controllo più comodo è però fornito un telecomando, il cui uso richiede un po’ di pratica, a causa delle numerose funzioni offerte. Ottimo il prezzo di listino, che varia da un minimo di 191,88 euro per il modello base, privo di hard disk ma predisposto, ai 382,68 euro per il modello più evoluto, con hard disk da 400 Gbyte e Cam integrata. La versione in prova, senza Cam integrata e con hard disk da 160 Gbyte, ha un prezzo di 263,00 euro, compresa Iva.

Votazione: 86

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore