Johnny Depp è morto, ma è solo una bufala

CyberwarSicurezza

Sophos avverte: il cyber-crime cerca di sfruttare una falsa notizia, la morte di Johnny Depp, per diffondere un malware sul Pc degli utenti. Il falso scoop è già su Twitter

Per fortuna Johnny Depp sta bene e non è morto, ma una bufala corre sul Web: occhio al malware. Il cyber-crime cerca di sfruttare una falsa notizia, la morte di Johnny Depp, per diffondere un malware sul Pc degli utenti.

Sophos mette in guardia la comunità web: un nuovo malware si sta diffondendo in rete sfruttando la falsa notizia della morte dell’attore Johnny Depp in un incidente stradale che sarebbe avvenuto in Francia, nei pressi di Bordeaux, a causa di un eccessivo consumo di alcol.

La notizia della morte di Depp,del tutto infondata, è comparsa per la prima volta su Twitter e si è diffusa con straordinaria rapidità tra gli utenti del social network. Ignoti hacker hanno colto al volo l’occasione, sfruttando l’enorme popolarità dell’attore americano e creando delle false pagine web dove sarebbe possibile trovare il video del presunto incidente. In realtà dietro questi siti si nasconde una pericolosa minaccia per la sicurezza informatica: un trojan horse colpisce infatti il computer di chiunque decida di visitare tali pagine.

Nel weekend Twitter è stato inondato da innumerevoli ‘notizie dell’ultim’ora’ riguardanti la morte di Depp, che è diventata in breve tempo una delle chiavi di ricerca più cliccate anche su Google. L’impatto della notizia è stato tale da rendere vano ogni tentativo di smentita”, ha dichiarato Graham Cluley, senior technology consultant di Sophos. “La pagina web contenente il falso CNN report che ha dato il via al tam tam mediatico era semplicemente uno scherzo, per quanto indubbiamente di cattivo gusto. Le pagine web che sono state create in seguito per diffondere il trojan horse dimostrano invece la purtroppo indiscutibile prontezza e spietatezza con cui gli hacker sfruttano questo tipo di notizie per infettare quanti più computer possibile“.

Il malware Troj/Dldr-DB viene spacciato per un codec ActiveX necessario per vedere il video dell’incidente: Sophos raccomanda a tutti gli utenti di internet di aggiornare il proprio software antivirus e di assicurarsi che sia in grado di bloccare la minaccia.

Sophos ricorda che la bufala relativa alla morte di Johnny Depp non costituisce un caso isolato: in passato attacchi informatici del tutto simili sono stati realizzati facendo circolare false notizie sulla morte di Emma Watson, celebre attrice protagonista della saga cinematografica di Hatty Potter, e del rapper Kanye West e su gravi incidenti subiti dagli attori T om Cruise e Jeff Goldblum durante le riprese cinematografiche.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore