Julie Larson-Green guida Windows al posto di Steven Sinofsky

AziendeManagementMarketingNomine
Julie Larson-Green prende il posto di Steven Sinofsky a capo di Windows

Una donna, Julie Larson-Green, prende il posto di Steven Sinofsky ed è a capo della divisione di Windows. Un ritratto di Julie Larson-Green. Le sfide che la attendono nell’era Mobile

Terremoto ai vertici di Microsoft, dopo che il Ceo Steve Ballmer ha promosso Julie Larson-Green, al posto di Steve Sinofsky, a capo della divisione di Windows software ed hardware engineering. Larson-Green, che lavora in Microsoft dal 1993, ha un profilo tecnico alto: finora era responsabile dele programma management, design interfaccia utente e dell‘R&D del rilascio internazionale di Windows 7 e Windows 8. Larson-Green ha lavorato alla user experience di Internet Explorer (IE) 3.0 e 4.0, e poi guidato il design della user interfacedir Office XP, Office 2003 e Office 2007. Mary Jo Foley, una delle massime esperte del mondo Microsoft, si chiede se l‘addio di Steve Sinofsky sia dovuto a motivi “politici o di prodotto”, visto che avviene a una manciata di settimane dal debutto di Windows 8 e dellka partenza debole di Surface (ieri Steve Ballmer ha parlato di “modesti risultati” per il lancio di Surface RT). Il Ceo di Microsoft Steve Ballmer, alla cui successione aspirava Sinofsky, fino a poche settimane fa, si dice molto eccitato all’idea di avere Julie Larson-Green alla guida di Windows. Tami Reller rimane come chief financial officer e chief marketing officer, ma adesso assume anche tutte le responsibilità del business di Windows. Fra 1,200 e 1,400 program manager, ricercatori, content manager ed altri membri del team di Windows, riporteranno a Julie Larson-Green. a sua volta, Julie Larson-Green e Tami Reller  riporteranno al Ceo Steve Ballmer.

Steve Ballmer, numero uno di Microsoft da 13 anni, sta usando l’upgrade a Windows 8 e i cambiamenti manageriali per aiutare Microsoft ad ingranare la marcia nell’era Mobile, dopo il sorpasso del mercato Mobile su quello Pc. Un mercato dove Android potrebbe superare Windows come primo OS al mondo  entro il 2016 (sia secondo Gartner che IDC).

Secondo Barclays Capital, il mercato Pc, che quest’anno calerà per la prima volta dall’anno nero del 2001 (previsione iSuppli), è destinato a un declino che durerà anni: il mercato Pc perderà smalto anche in avvenire, man mano che gli utenti prendono interesse per i tablet e Windows 8. Le drastiche scelte di Steve Ballmer vanno dunque interpretate entro questa cornice: uno scenario duro, in cui ogni mossa delle pedine sullo scacchiere serve a mettere pressione su Apple e Google, i competitor dell’era Mobile. E, per competere nell’era Mobile, serve la “cross-organization collaboration“, una riorganizzazione all’insegna della collaborazione per integrare Windows a Windows Phone e Xbox.

Oggi l’organigramma di Microsoft è il seguente: Satya Nadella a capo di Server and Tools; Qi Lu guida gli Online Services; Kurt DelBene è al vertice della divisione Business; on Mattrick dell’Entertainment & Devices; Terry Myerson è a capo di Windows Phone; Tony Bates di Skype; Kevin Turner è Chief Operating Officer; Craig Mundie tiene le redini di Research and Strategy.

(Nota a margine: Una donna a capo di Windows? Augusta Ada Byron, nota come Ada Lovelace, la Principessa dei Parallelogrammi, può essere considerata senza ombra di dubbio la prima donna informatica della storia. L’immagine di Ada può essere vista sull’ologramma di autenticità dei prodotti Microsoft.)

Quanto conosci Microsoft e Windows? Mettiti alla prova con un QUIZ!

– LEGGI lo SPECIALE: Lo scossone in Microsoft

Julie Larson-Green prende il posto di Steven Sinofsky a capo di Windows
Julie Larson-Green prende il posto di Steven Sinofsky a capo di Windows
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore