Kaspersky 2012 diventa ibrido e sfrutta il cloud

firewallMarketingSicurezza

Nelle nuove versioni di Kaspersky Internet Security e Kaspersky Anti-Virus 2012 arrivano i servizi di protezione della cloud, e sono state ottimizzate diverse funzioni in locale a partire dall’interfaccia rinnovata. Obiettivo in Italia è crescere oltre i 25 milioni di euro di fatturato

Al software di protezione che porta il nome del suo ideatore, Eugene Kaspersky, mancavano i servizi che solo il cloud può offrire, e cioè lo scambio di informazioni tra i client con il software installato e i database centralizzati che le raccolgono per fornire poi ai computer che la richiedono una protezione effettiva, in tempo reale, basata sul panorama oggettivo delle minacce rilevate.

E’ questa la novità più evidente dei nuovi Kaspersky Anti-Virus 2012 (Kav) e di Kaspersky Internet Security 2012 (Kis), software che sposano quindi l’approccio ‘ibrido‘ perché adottano i servizi cloud di Kaspersky Security Network (Ksn). Rispetto alle versioni precedenti migliorano anche gli strumenti di protezione locale, con un controllo più fine sulle modifiche apportate al registro di sistema dalle applicazioni sospette, e il download degli aggiornamenti solo per quelle funzionalità che l’utente davvero sta utilizzando.

Nello specifico si avvalgono della cloud e di Ksn anche il controllo di Reputazione degli Url e il File Advisor, il servizio Antiphising e l’Antispam. Non solo è possibile disabilitare all’occorrenza il servizio cloud, ma al contrario, anche forzare il controllo di uno specifico file direttamente con le informazioni presenti su Ksn. In locale, invece, oltre alla miglioria accennata riguardante le modifiche al registro, vi sono quelle relative al sistema che esegue il rollback delle operazioni dannose che hanno avuto luogo in sessioni precedenti, con un elenco di operazioni annullabili più ampio e specificando comunque la quantità di spazio disco riservata alla memorizzazione. Per ovviare all’impatto sulle prestazioni del sistema in fase di avvio, i software Kav e Kis si collegano per scaricare aggiornamenti non prima di 15 minuti dal momento in cui il PC è uscito dalla modalità di sospensione.

Il collegamento del client alla cloud può essere disabilitato

Un altro importante cambiamento riguarda l’interfaccia nel suo insieme, che mantiene fede alla scelta dei colori verde e bianco, ma semplifica l’utilizzo della suite e dell’antivirus con una finestra Gadget. Essa serve per evidenziare lo stato di protezione del computer e favorire il rapido accesso alle funzionalità necessarie. Da qui si visualizza anche lo stato degli oggetti scansionati ed è più rapido modificare le diverse impostazioni.

La cloud di Kaspersky è forte di oltre 319 milioni dei soli utenti privati con un prodotto Kaspersky attivo. “Con le nuove versioni di questi software il team italiano di quasi 30 persone – spiega Aldo del Bò, Sales Director Kaspersky Lab Global Partnership & Sponsorship – vuole mantenere fede agli obiettivi che si è prefissato di un fatturato di oltre 25 milioni di euro, cui contribuiranno 5 milioni provenienti dal mercato business. Abbiamo in serbo altri annunci questo autunno [NdR Kaspersky ha in serbo anche un accordo con un noto produttore di chip, che non può ovviamente essere Intel] e una nuova soluzione di protezione mobile per la prossima edizione del MCW 2012. Contribuiranno al risultato di fine anno gli impegni in Formula Uno con la Ferrari, la nuova campagna televisiva con uno spot ad hoc e il contest abbinato all’uscita del film Lanterna Verde.

Kaspersky Internet Security 2012 costa 49,95 euro per un PC (69,95 euro per tre PC), con aggiornamenti per un anno; Kaspersky Anti-Virus 2012 invece 29,95 euro (39,95 per tre PC). Il rinnovo della licenza costa 49,95 euro. I nuovi software Kaspersky sono disponibili da settembre nei tradizionali canali in una pratica confezione formato mini.

Scarica la versione di prova di Kaspersky Internet Security 2012.

La tabella di Kaspersky con riassunte le differenze di funzioni tra l'Anti-Virus e Internet Security
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore