Kaspersky conferma il Google Block

CyberwarSicurezza

Google ha la facoltà di bloccare gli utenti che effettuano ricerche sospette

KASPERSKY ha confermato che Google ha la facoltà di ?bloccare? gli utenti che effettuano ricerche ?sospette? , dal momento che uno dei clienti della compagnia ha cominciato a ricevere sempre lo stesso messaggio di errore. Magnus Kalkuhl, analista di Kaspersky Labs, autore del famoso Anti-Virus , ci ha scritto inviandoci un link al blog , che testimonia che l’intera società, che utilizza un unico proxy, ha avuto lo stesso problema di ?Google Block? navigando su internet. ?Siamo riusciti a ricreare il comportamento sospetto che porta un ?comune mortale? a essere bloccato da Google . E, una volta bloccato, l’IP dell’utente viene inserito in una lista nera. Questo è un problema se l’utente utilizza un server proxy, perché è il proxy che viene visto come pericoloso e quindi bloccato. Significa che tutti gli utenti che utilizzano quel proxy vengono bloccati finché qualcuno non capisce e risolve il problema?. Ma lo scenario di Kaspersky non contempla un’altra situazione: l’ISP a banda larga con un indirizzo IP dinamico.Quindi qualche ignaro utente che si becca un IP di qualcuno che è stato bloccato, finisce bloccato senza colpa. Il documento di Karspersky fa chiarezza su questo punto: ?Sarebbe utile che Google mettesse nero su bianco che è il proxy, e non l’utente, a essere sospettato?. La società conclude dicendo di aver contattato Google al riguardo e di essere in attesa di una risposta. ?Vi faremo sapere la loro risposta?.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore