Kaspersky fa le pulci a Vista

CyberwarSicurezza

Il vendor di sicurezza accusa il nuovo sistema operativo di non avere una
protezione robusta a lungo termine

Oggi è senza dubbio il giorno di Windows Vista (oltre che di Office System 2007). Abbiamo visto anche il video di Bill Gates al TheDailyShow , e Wow! come l’evento più in. Tuttavia non sono tutte rose per l’erede di Windows Xp: le nubi all’orizzonte portano le firme dell’Ecis che chiede l’ intervento dell’Antitrust europeo ;della Commissione europea , che ha già messo Vista sotto osservazione su eventuali “pratiche anticoncorrenziali” e, per mano di Neelie Kroes, ha preso carta e penna per scrivere a Ballmer; infine ci sono le nubi delle aziende di sicurezza. Webroot ha già espresso perplessità

su Windows Defender, accusato di essere “lento, debole e malfunzionante con fallimenti nell’84% dei casi“. Adesso tocca a Kaspersky che punta il dito contro Windows Vista, accusato di non avere una protezione robusta a lungo termine. Sulla graticola sono Uac ( User Account Control ), PatchGuard e Internet Explorer 7: le cosiddette attività sospette potrebbero non nascondere malware, ma ogni protezione può essere evasa; per esempio PatchGuard protegge contro alcuni rootkit, ma non tutti.Windows Vista è senza dubbio più sicuro dei sistemi operativi precedenti di Microsoft, ma non facciamone un mito della sicurezza: ciò potrebbe renderlo, paradossalmente, più vulnerabile. Parola di Kaspersky.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore