Kaspersky Internet Security 6.0

Management

Una suite completa per garantire la protezione del Pc da attacchi
provenienti dalla Rete, virus, spyware, spam, truffe e furti di identità online

Da quello che anni fa era solo un semplice firewall, ecco ora apparire una suite rigorosa e al tempo stesso dinamica per la protezione di chi naviga in Internet. La schermata principale offre le indicazioni di massima rispetto allo stato corrente del sistema, sollecitando nello stesso tempo gli eventuali interventi da compiere. Un menu laterale sulla sinistra si correda invece delle voci di accesso alle sezioni della suite: l’Anti-Virus per la protezione da infezioni che circolano in Rete; l’Anti-Spy, per controllare la riservatezza dei propri dati personali e impedire la loro diffusione su Internet; l’Anti-Spam, per effettuare il blocco automatico dello spam ed evitare così di ricevere centinaia di messaggi di posta elettronica indesiderata; infine il modulo Anti-Hacker per bloccare tempestivamente qualsiasi tentativo di accesso al Pc, durante una connessione Internet. Il Personal Firewall si autoconfigura riconoscendo gli applicativi e i servizi comuni già installati che hanno bisogno di accedere a Internet. Naturalmente per gli utenti più esperti c’è la possibilità di effettuare delle configurazioni più dettagliate per quanto riguarda porte, protocolli e indirizzi Ip. Non consente però di indicare finestre temporali specifiche per l’accesso dei programmi a Internet. In compenso rende facile l’apertura delle singole porte ed è corredato di buone funzioni di log e di monitoraggio in tempo reale del traffico di rete. Kaspersky Internet Security è dotata anche di un modulo di protezione dai virus. Il programma prevede vari tipi di scansione, diversi per profondità e velocità di esecuzione: si parte dallo Scan delle Aree Critiche, che analizza soltanto il settore di boot dell’hard disk, le cartelle di sistema di Windows e la memoria, per arrivare fino allo Scan Completo, che passa al setaccio l’intero contenuto del Pc. Il modulo di protezione in background rallenta il sistema in modo quasi del tutto inavvertibile anche su sistemi con processori ormai datati: questo grazie all’introduzione di due nuovi componenti, denominati iCheck e iSwift, che contribuiscono ad aumentare la velocità di scansione, esaminando solo i file nuovi o modificati. È comunque possibile selezionare a mano i componenti da analizzare. L’antivirus controlla anche lo scambio di file tramite alcuni programmi di messaggistica istantanea (Icq, Msn Messenger e Skype). Attraverso alcuni plugin disponibili per i client di posta più comuni come per esempio Microsoft Outlook, Outlook Express e The Bat! è possibile configurare direttamente dal client di posta la protezione antivirus e antispam desiderata. Kaspersky Internet Security utilizza un approccio sofisticato basato sul teorema di Bayes. Questo teorema calcola la probabilità che un evento accada quando ne è già accaduto un altro. La funzionalità di riconoscimento dello spam quindi aumenta man mano che vengono registrate le azioni dell’utente nei confronti dei messaggi di posta elettronica. L’allenamento a cui viene sottoposto il programma è però efficace solo per la casella di posta elettronica su cui viene effettuato: nessuno infatti dei filtri bayesiani disponibili sul mercato viene fornito preallenato. Per questo è importante all’inizio istruire bene il programma sulla base delle email ricevute e stabilire quali tipi di messaggio rientrano tra lo spam e quali no. La funzione antispam fa uso di un database di phishing in grado di escludere tutte le email studiate per procurare informazioni confidenziali di natura finanziaria. Si tratta di un utile strumento anti-frode per proteggere l’utente.

Votazione: 83

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore