Kobo Aura HD vs Amazon Kindle PaperWhite, qual è il migliore?

Workspace

Sono i due ebook reader più chiacchierati del momento, così diversi ma entrambi molto validi, difficile scegliere. Vi spieghiamo come fare secondo le vostre esigenze

Chiariamo subito. Non sarà impresa semplice scegliere tra Kobo Aura HDAmazon Kindle PaperWhite, nemmeno dopo aver considerato caratteristiche tecniche di entrambi i device e dopo averli utilizzati in modo continuato, senza contare poi che l’ecosistema di servizi in cui necessariamente si innesta l’esperienza con un ebook reader gioca la sua parte, ma anche l’apertura dei device a formati di file diversi. E allora vediamo nel dettaglio le proposte.

Kobo Aura HD e Kindle PaperWhite, specifiche tecniche

Kobo Aura HD si presenta con un display leggermente più grande di Amazon Kindle PaperWhite (6,8 contro 6 pollici di diagonale), una risoluzione migliore (1.440×1080 contro 1.024×768), 4 Gbyte di memoria complessiva contro i 2 Gbyte di Kindle Paperwhite, 1 Gbyte di Ram contro i 256 Mbyte di Kindle Paperwhite e un processore appena più veloce a 1GHz contro gli 800 MHz di Kindle. Quest’ultimo parametro risulta abbastanza irrilevante per un device di questo tipo, difficilmente il lettore se ne renderà conto. Invece ci sentiamo di confermare che la risoluzione maggiore di Kobo è una vera goduria per gli occhi (264 ppi contro 213 ppi di Kindle è la differenza nella densità di pixel). Anche la misura della diagonale del Kobo tutto sommato ci sembra più adeguata, per quanto Kindle guadagna in ‘tascabilità’.

kobo aura hd
La pagina Home dei due device è molto diversa. Kobo Aura Hd propone i ’tile’ e più informazioni, Amazon predilige la semplicita’

Mentre la tecnologia di retroilluminazione PaperWhite ci convince di più rispetto a Comfort Light di Kobo, è vero che la seconda risulta nel complesso più uniforme. Osservando i dispositivi sul piano verticale dall’alto verso il basso tuttavia si percepiranno le differenze tecnologiche a nostro avviso a vantaggio di Kindle. Il pannello touch del pannello Amazon è di tipo capacitivo, quello di Aura HD lavora con tecnologia agli infrarossi, per questo c’è anche uno spessore maggiore tra bordo e display. Può risultare fastidioso. Infine, per quanto riguarda le interfacce, è avvantaggiato Kobo Aura HD con il suo slot microSD che facilita sensibilmente il trasferimento dei contenuti, è presenta una presa microUSB, comune a entrambi, ma è anche vero che Amazon propone anche il suo modello con connettività 3G integrata senza costi aggiuntivi e senza la preoccupazione per l’utente di gestire alcun contratto con gli operatori. Vuol dire poter accedere allo store e alla propria libreria in cloud da 80 Paesi senza preoccupazioni. E’ la forza di Amazon.

kobo aura hd
Originale design per il dorso di Kobo Aura HD

 

Kobo Aura HD e Kindle PaperWhite, descrizione ed ergonomia

Leggermente più alto e più largo, per la diagonale maggiore del display, Kobo Aura HD è anche più spesso di Amazon Kindle PaperWhite (128×175x12 mm contro 116×170x9 mm). Ballano tre millimetri di spessore a vantaggio di Kindle. Kindle pesa circa 20 grammi in meno (220 grammi contro 240 grammi). Questa considerazione è da bilanciare però con l’idea che un ebook reader si usa con una custodia protettiva e quella originale Kindle PaperWhite non è leggerissima, riequilibrando la nostra valutazione. Certo, a nostro avviso Amazon Kindle Paperwhite si presenta con uno chassis nel complesso più convincente. E’ un parere personale. Noi preferiamo il dorso liscio lievemente gommato, alla sfaccettatura di Kobo, che comunque offre un’ottima presa, ma la cui plastica offre un feedback meno rassicurante specialmente in caso di torsioni e flessioni che possono generare i classici rumori della plastica mentre Kindle è più rigido e compatto.

Kobo può lavorare su questo punto, proprio dal punto di vista del design, cercando magari nell’insieme di eliminare quell’aspetto un po’ “incorniciato” che il device ha. Kobo ha scelto per l’accensione un tasto colorato a spostamento, Kindle aveva il tasto a spostamento sui primi modelli, con Paperwhite ha preferito un semplice pulsante di accensione. Kindle poi ha un led che segnala lo stato del device e la sua ricarica, invece il led affianco al pulsante di accensione di Kobo indica uno stato di elaborazione del device, che esso si sta accendendo, o che sta elaborando un contenuto, non si accende per la semplice ricarica. Kobo ha predisposto un pulsante ad hoc per la retroilluminazione, che manca a Kindle che ha scelto la via di accensione tramite software. Per quanto riguarda l’autonomia dei device, nel complesso si può considerare equivalente con oltre un giorno intero di autonomia in lettura e più di due mesi in standby. L’utilizzo del Wifi influisce sensibilmente in entrambi i casi.

 

Kobo Aura HD e Kindle PaperWhite software e servizi

Per quanto riguarda il software i due device sono impostati in modo completamente diverso. Ben più articolato, e solo leggermente più complesso è il sistema di Kobo, con una home page più ricca di informazioni (tempi di lettura, stato di sincronizzazione con il repository online, etc.) a ‘tile’ (mattoncini) personalizzabili, con più software installati (compresi alcuni giochi come gli scacchi), con un sistema di gestione delle opzioni a barre, per cui l’utente sceglie l’impostazione lungo un ‘continuum’ (guardate lo slideshow) mentre con il Kindle le impostazioni sono predefinite in un numero stabilito (per esempio 8-10 grandezze di font, oltre venti livelli di illuminazione e così via). Più flessibile su Kobo è il sistema di personalizzazione della formattazione dei libri (retaggio di Epub), ma è vero che per esempio cambiando la dimensione del font i tempi di attesa si allungano a qualche secondo di troppo.

E’ una vera e propria scelta di campo quella di Kobo di sposare il formato diffuso su più device che è  Epub di Adobe come formato dei libri d’elezione, in alternativa all’AZW di Amazon. Comuni invece i formati: MobiHtmlJpg, Png, Gif. Kobo poi include il Tiff, mentre Amazon il Bmp. Entrando proprio nello specifico Kindle Paperwhite supporta anche Doc e Prc, Aura HD Cbr, Rtf e Cbz. Si noti che Amazon offre un servizio di conversione dei formati non supportati che non ha livelli e non trova un corrispettivo all’altezza per Kobo. Il servizio di Amazon prevede la possibilità di prestito dei titoli, con una procedura completamente on-air, via Web. Mentre, laddove consentito dal Drm, la modalità con Kobo è più articolata, ma possibile semplicemente con lo scambio della scheda di memoria per esempio. Anche Kobo permette l’acquisto dei titoli online e la sincronizzazione tra diversi dispositivi, e allo stesso modo anche Kobo come Amazon offre app per tutti i principali sistemi operativi mobile, per leggere i propri titoli anche con device alternativi. Al momento solo Kindle App però è disponibile anche per Windows Phone. Gli altri sistemi sono ben coperti da entrambe le piattaforme. Kobo è un passo indietro per quanto riguarda gli audiobook. E infine lo store di ebook di Amazon al momento presenta un maggior numero di titoli.

Per quanto riguarda la procedura d’acquisto di titoli, Kobo offre qualsiasi possibilità: si può comprare sullo store degli editori e poi trasferire il file via pc, così come si può comprare direttamente nello store di Kobo e scaricare il titolo grazie a WiFi. Tramite il computer si ha a disposizione un software apposito per la gestione del Kobo, che nella confezione include un cavo USB particolarmente curato nella finitura che non è di plastica ma presenta un rivestimento in nylon. In fase di acquisto direttamente dal dispositivo Kobo tutti i dati saranno immessi direttamente sul proprio Kobo, anche il numero della carta di credito, proprio con una procedura come quando si acquista online via Web da computer. Amazon da questo punto di vista offre solo la possibilità di acquisto sul proprio store, mette più paletti, ma nello stesso tempo il sistema nel complesso ci sembra perfetto, con un abbinamento rigoroso utente/device. Entrambi i sistemi offrono un sistema di storage dei titoli acquistati in cloud. Entrambi i sistemi offrono infine sistemi di evidenziazione e di condivisione delle note, così come la possibilità di sfruttare dizionari precaricati.

Giudizio

Prima di tutto una nota che accomuna entrambi gli ebook reader, e in genere tutti i sistemi e-ink. Questi sistemi sono adattissimi per leggere libri, non sono per nulla adatti invece come sistemi di consultazione di manualistica tecnica o libri illustrati. Vanno bene per i fumetti, male per i manuali con tutorial che contengono foto o capture. Per esempio, per il vostro manuale tecnico, in cui vi sono passo a passo fotografici, non possiamo che consigliare sì l’acquisto di un ebook, ma da consultare poi su un tablet, con la app dedicata per i tablet Android o iOS che siano. Magari su uno schermo più reattivo e a colori, con una diagonale certamente maggiore di quella di entrambi i device che abbiamo proposto in questa recensione.

Detto questo ci sentiamo di affermare che per quanto riguarda l’utilizzo di un ebook reader di lettura, Kobo ha colmato il gap con Amazon, fatta salva forse la qualità dello chassis, e offre un ottimo prodotto, con specifiche hardware per tanti aspetti superiori a quelle di Amazon Kindle Paperwhite, i cui servizi però sono nel complesso ancora ineguagliati. Lo diciamo per l’offerta 3G, come per i sistemi di conversione e la nuvola nel complesso. Si ripresenta ancora una volta la disputa tra formato Epub e Azw, tra la possibilità di acquistare titoli su qualsivoglia store, come consente di fare Kobo, o rimanere legati a un servizio eccezionale, ma pur sempre anche a un unico store, per quanto il più famoso e conosciuto al mondo.

Arriviamo ad alcune considerazioni sul prezzo. Kobo Aura HD costa 169 euro, mentre Kindle PaperWhite costa 40 euro (129 euro) in meno, e per 20 euro in più (189 euro) rispetto al Kobo Aura HD si può acquistare il modello di Amazon con connettività 3G. A nostro avviso questa politica di prezzo per Kobo non è vantaggiosa. Per 40 euro in meno, potrebbe valer la pena di rinunciare a un hardware con specifiche migliori, prediligendo Kindle Paperwhite, e chi vuole spendere poco di più potrebbe orientarsi sul dispositivo 3G. Certo alla base c’è una scelta di campo, come abbiamo già sottolineato. Chi predilige Epub con i suoi vantaggi non avrà dubbi e Kobo è al momento un punto di riferimento assoluto tra gli ebook reader per questo formato. Chi preferisce i servizi di una cloud eccellente e un sistema software che a nostro avviso è meno sofisticato, ma anche più semplice, preferirà Amazon Kindle Paperwhite. Amazon, come ci ha abituato fino ad oggi, rinnova con un nuovo modello la sua gamma di anno in anno verso l’autunno. La sfida lanciata dalla valida proposta di Kobo non aspetta altro che di essere raccolta.

kobo Aura HD vs Amazon Kindle Paperwhite

Image 1 of 22

Kobo Aura HD vs Amazon Kindle PaperWhite
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore