Kodak e Omega, i veterani delle Olimpiadi

AccessoriWorkspace

Due sponsor tecnologici di Torino 2006 sono vecchie conoscenze dei cinque cerchi

Kodak è alle Olimpiadi fin d1896, le prime Olimpiadi dell’era moderna. Dalle lastre alla pellicola di cellulosa, Kodak passò alla fotografia tradizionale analogica delle Olimpiadi novecentesche, fino alle prime Olimpiadi digitali, i Giochi di Atene 2004. Un filo rosso lega quindi Kodak ai giochi olimpici. L’altro partner storico è Omega, la sua prima Olimpiade è quella del 1936 (Garmisch-Partenkirchen). Con Torino 2006 Omega torna al suo ruolo di cronometrista ufficiale, offrendo 220 tonnellate di apparecchiature e 206 specialisti di cronometraggio sportivo. Per Torino 2006 il contributo di Kodak è costituito da tecnologie per gli accrediti di tutti i partecipanti, nel supporto dei fotografi professionisti accreditati, nell’allestimento e gestione di tre policlinici dedicati alla salute degli atleti olimpici. Il matrimonio tra le aziende e i cinque cerchi si rinnova e la storia delle Olimpiadi si aggiorna nel segno della continuità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore